XXCO_328: Una villa smussata

 Veduta recente della villa dal centro di Menaggio

XXCO diventa un libro, anzi due: entro inizio dicembre sarà edito il primo dei due volumi che raccoglieranno tutte le 366 schede quotidianamente pubblicate.
La prima parte proporrà le schede degli edifici dal 1900 al 1945, corredate da introduzioni, approfondimenti, cartine, bibliografia e indici.
Ovvero: l’eclettismo e il revivalismo di inizio secolo, gli esperimenti modernisti, l’affermazione dello stile razionalista coi capolavori della metà degli anni Trenta, la lunga durata di modelli più moderati, la seconda generazione del Movimento Moderno, fino alla tragedia della seconda guerra mondiale e alla rinascita della Liberazione.
Un modo di leggere la storia del Novecento attraverso gli edifici.

 

Resto a Loveno, ridente centro (come si sarebbe detto un tempo) all’inizio della Val Menaggio, per confrontare il modernismo un po’impacciato ma significativo di ieri con il revivalismo un po’ rigido ma elegante di oggi. Le due ville sono davvero a poche decine di metri l’una dall’altra, e sono pressoché contemporanee, ma non potrebbero essere più diverse. 
Sono però entrambe testimoni del periodo della grande villeggiatura sul Lario, cui anche i piccoli paesi partecipano in virtù di una relativa accessibilità e, soprattutto, di una straordinaria posizione. La villa della scheda odierna è talmente protesa nel paesaggio da essere quasi nascosta dalla strada carrozzabile che la serve, ma da essere perfettamente visibile dal lago e dal centro di Menaggio.

Fabio Cani

 

Villa Vonwiller

Enrico Bennati, ingegnere

1905-1910 ca

Menaggio, Loveno, via Sauro 20

stato: visibile - ben conservata

 

Collocata in straordinaria posizione panoramica, nella zona di Loveno che guarda verso il lago, la villa riprende i modelli manieristi con la libertà tipica dell’eclettismo di inizio Novecento. Il volume generale, piuttosto massiccio, è scomposto in corpi di differenti altezze e spesso con gli spigoli smussati, e questa scomposizione si prolunga nel giardino adiacente, con terrazze e scalinate.

L’elemento centrale è costituito dalla torretta, in cui è ubicato lo scalone principale (duplicato al di là del muro da una scala di servizio); attorno stanno i numerosi locali, suddivisi come di consueto tra la zona giorno al pianterreno e la zona notte al primo piano.
All’esterno il nucleo signorile è caratterizzato dalle cornici con frontone mistilineo attorno alle finestre del primo piano e del sottotetto, mentre la torre ha aperture a oculi e trifore ancora più elaborate.

 

 

Sezione trasversale in corrispondenza della torre

Veduta d’epoca

 

 

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_327: Una villa fiorita