XXCO_300: Un edificio per il sole

 Veduta recente dal campo elioterapico.

XXCO diventa un libro, anzi due: entro fine novembre sarà edito il primo dei due volumi che raccoglieranno tutte le 366 schede quotidianamente pubblicate.
La prima parte proporrà le schede degli edifici dal 1900 al 1945, corredate da introduzioni, approfondimenti, cartine, bibliografia e indici.
Ovvero: l’eclettismo e il revivalismo di inizio secolo, gli esperimenti modernisti, l’affermazione dello stile razionalista coi capolavori della metà degli anni Trenta, la lunga durata di modelli più moderati, la seconda generazione del Movimento Moderno, fino alla tragedia della seconda guerra mondiale e alla rinascita della Liberazione.
Un modo di leggere la storia del Novecento attraverso gli edifici.

 


Salito all'onore delle cronache in anni recenti per motivi extra architettonici, l'edificio di oggi è un buon testimone delle politiche assistenzialistiche e salutiste del regime fascista, che sparse in tutta Italia, colonie di vacanza, campi elioterapici e campi sportivi.
Anche la provincia di Como ne ebbe parecchi; purtroppo, non sono molto documentati. Fa eccezione questo che presento oggi, di cui è possibile ricostruire la consistenza originaria, di un certo interesse.

Fabio Cani

 

Campo solare

Franco Longoni, architetto

1939

Cantù, via Campo Solare

stato: visibile - parz. visitabile - trasformato

L'edificio è realizzato come struttura di servizio al campo vero e proprio, ed è costituito in origine da un piccolo stabile con la cucina e la dispensa e da un grande refettorio disposto a L, aperto in basso su un lungo porticato a pilastri (che lo collega anche alla palazzina della direzione) e in alto da una serie di aperture schermate da tavole disposte a persiana, in modo da favorire la circolazione dell'aria; gli spogliatoi sono collocati in un corpo basso sul retro, in posizione protetta.
Per quanto radicalmente trasformato, con la rimozione di tutti gli elementi caratteristici (come le grandi aperture di ventilazione), lo stabile è ancora esistente e riconoscibile nella sua volumetria.

 Veduta d’epoca dell’interno del refettorioVeduta d’epoca dell’esterno del refettorioPlanimetria generale e pianta del pianterreno

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_299: Una villa candida