XXCO_290: Una villa dominante

 Veduta recente da via Vittorio Veneto

Il fenomeno delle ville di vacanza non interessò tra fine Ottocento e inizio Novecento solo le sponde del Lario, probabilmente in ragione di un progressivo esaurimento delle aree disponibili e di un lievitare dei loro costi. L'alta borghesia, in buona parte milanese, si interessò quindi anche a zone limitrofe, altrettanto piacevoli dal punto di vista paesaggistico, e facilmente raggiungibili con strade e ferrovie. La Valassina è certamente una di tali zone, interessate da un precoce diffondersi di seconde case, che spesso ebbero caratteri di pregio: Canzo, Asso, Magreglio, Caglio, conobbero nei primi decenni del secolo un cospicuo sviluppo (a Canzo-Asso c'è la stazione "capotronco" di un ramo delle Ferrovie Nord), che ebbe anche interessanti effetti dal punto di vista architettonico. Accanto alle sontuose realizzazioni come il Grimello di Canzo, vi furono anche episodi più contenuti, ma altrettanto aggiornati sui gusti alla moda, come quello che presento oggi.

Fabio Cani

 

Villa Pozzi

Gian Francesco Carminati, architetto, Emilio Gussalli, ingegnere

1909-1910

Asso, via Vittorio Veneto

stato: visibile - ben conservata

In posizione dominante rispetto al paese di Asso, leggermente a valle rispetto alla strada carrozzabile della Valassina, la villa viene edificata sul finire del primo decennio del Novecento secondo uno stile genericamente storicistico, senza precisi riferimenti a un'epoca storica determinata.
Sfruttando il deciso declivio del terreno, sistemato intorno all'edificio a giardino e a frutteto, la villa si sviluppa su più piani: in quello seminterrato è la cucina, al pianterreno – in diretta comunicazione con l'esterno – la zona giorno, al primo piano la zona notte e al secondo le camere per la servitù.
Particolare cura è messa nelle decorazioni e negli allestimenti: i pavimenti sono "alla veneziana", la scala in marmo di Verona, i dipinti decorativi del pittore milanese Giovanni Sottocornola; anche le cornici alle finestre sono in pietra e non in cemento decorativo.

Planimetria del pianterrenoProspetto verso il giardino
Veduta della sala da pranzo

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_289: Una casa alta