XXCO_279: Residenze popolari standard

  Veduta recente
Nello sforzo di rispondere alle crescenti esigenze residenziali di una popolazione in aumento, nel corso del Novecento si sono ripetutamente avanzate scelte ispirate dal massimo risparmio, riducendo le abitazioni al puro dato edilizio di "tetto sopra la testa". Tali scelte sono state ovviamente declinate in modo diverso secondo i periodi e, pur dando per scontato che è quasi impossibile attribuire loro qualità architettonica, a volte rappresentano in modo lampante il contesto sociale e culturale in cui sono state realizzate.
La prefabbricazione "spinta" è stata una di queste opzioni, privilegiata soprattutto in periodi che consideravano l'industrializzazione e la standardizzazione come valori positivi in sé: una strada che a volte si è rivelata un vicolo cieco ma che, ciononostante, fa parte a pieno titolo dell'orizzonte dell'architettura degli ultimi decenni del Novecento, anche in ambito locale.
Come esemplificazione di questa fase ho scelto gli edifici di oggi: una presenza facilmente riconoscibile nel panorama del capoluogo.

Fabio Cani

 

Edifici per residenze economico-popolari

TAU - strutture: SERTEC

1977-1978

Como, via Venturino

stato: visibili - ben conservati

Realizzati per la Cooperativa Edificatrice Comense, i due edifici residenziali fanno parte di un programma regionale, coordinato dal Consorzio Coop-Casa Lombardia e ispirato a criteri di massima economicità. Per questo è stata adottata una tecnica costruttiva di prefabbricazione "spinta" nota come "coffrage tunnel". La realizzazione finale comporta edifici in linea, con percorsi distributivi collocati al centro e appartamenti standardizzati disposti lungo le due fronti, formati da locali in serie lineare, privi di logge e balconi e con i servizi igienici ciechi confinanti con il corridoio centrale.
Nonostante il tentativo di qualificazione del contesto con l'ambientazione di qualche spazio a verde, gli stabili di via Venturino costituiscono un esempio di edificazione intensiva, quasi del tutto priva di preoccupazione per gli aspetti collettivi e sociali della residenza.

Veduta scattata poco dopo l’ultimazionePianta di un piano tipoPlanimetria generale

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_278: Un residence a sbalzo