XXCO_269: Una villa protesa

  Veduta generale recente, dalla via panoramica San Pietro

Come ho già avuto modo di sottolineare, esistono, sparse sul territorio, non poche architetture che si possono definire "forestiere", portatrici cioè di istanze e di gusti in parte al di fuori dell'orizzonte locale. La maggior parte di questi stimoli, com'è facile immaginare, proviene dalla vicina metropoli, con cui il territorio comasco intrattiene, anche nella piena modernità, un rapporto ambivalente, quasi rivendicando a tratti una propria autonomia culturale...
Non è difficile, girovagando per le strade della città e della provincia, incontrare edifici che appaiono anche a prima vista diversi da quelli locali. A volte, come in questo caso, sono opera di grandi maestri.

Fabio Cani

 

Villa unifamiliare

Vico Magistretti, architetto

1960-1962

Como, via panoramica San Pietro 32

stato: parz. visibile - ben conservata

La villa, realizzata a Bignanico, in una zona di espansione in gran parte destinata a residenze di pregio, si dispone a lato della strada, rivolta verso il lago e il panorama, sfruttando il forte pendio.
Il volume appare verso strada abbastanza compatto, ma presenta terrazze e ampie aperture di varia forma verso valle, con alternanza di forme spigolose e tondeggianti.
Progettata in almeno due fasi tra 1960 e 1961, la villa è stata ultimata nel 1962, con la direzione lavori di Gian Paolo Allevi. La struttura è in cemento armato, i solai in laterizio armato; le pareti sono in parte rivestite di intonaco bianco e in parte (soprattutto nello zoccolo) di pietre moltrasine.

 L’ingresso sulla via panoramica San PietroDisegno di progetto per il fronte sud-est

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_268: Una villa nel paesaggio e nella fantasia