XXCO_252: Una chiesa piramidale

 Veduta recente dell’esterno con il campanile

Ultimo esempio (per ora) di chiese a cavallo del Concilio, con un edificio realizzato dopo tali e tanti tentativi da essere entrato nel novero dei detti proverbiali. Alla fine, comunque, "la gesa de Purteghet" (la chiesa di Portichetto) si è fatta e si è guadagnata a sua volta una presenza abbastanza stabile nell'attenzione del territorio in forza della sua particolare forma.
Lo schema poligonale di base rientra tra le proposte più spesso praticate, ma qui ha un esito un po' contraddittorio: la planimetria "centrale" è annullata da una disposizione fortemente assiale.
Ma non fu questo, all'epoca, a stupire la gente, quanto l'ingente spesa sostenuta da una piccola frazione di campagna per edificare e poi allestire una chiesa che pareva degna di una città.

Fabio Cani

 

Chiesa della Madonna della Neve

Studio Iota 3 Milano, Ausenda, Guandalini, Romanò, architetti, Alessandro Bruni, ingegnere - allestimento: Piero Clerici, architetto

1956-1959

Luisago, Portichetto, via Innocenzo XI

stato: visibile - visitabile - parz. trasformata

Dopo una lunghissima fase di incubazione, durata alcuni decenni, la nuova chiesa di Portichetto viene realizzata nella seconda metà degli anni Cinquanta secondo un progetto redatto da un gruppo di giovani architetti milanesi. Il volume è costituito da un tronco di piramide a base ottagonale, con setti portanti radiali che reggono un'alta cupola. L'interno, che allude alle chiese a pianta centrale, è però sfruttato in senso longitudinale, con l'altare maggiore in una delle nicchie. L'illuminazione diffusa proviene dalle serie di finestre a varie altezze.
Nella seconda metà degli anni Sessanta e all'inizio dei Settanta, l'arredamento della chiesa è stato ultimato con il determinante intervento progettuale dell'architetto Piero Clerici, il quale ha anche disegnato lo slanciato campanile in cemento armato. In anni ancora successivi l'invaso della cupola è stato ribassato con un soffitto in legno lamellare.

 Veduta dell’interno della chiesa Disegno di progetto dell’architetto Clerici per il confessionale (1968)Disegno di progetto dell’architetto Clerici per il campanile (1973)

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_251: Una chiesa espressiva