XXCO_231: Un'abitazione di balconi

Veduta recente della fronte su via Petrarca

Torno in città, per presentare un edificio che può servire a esemplificazione dei numerosi interventi di "completamento" degli isolati, e che per la necessità di inserirsi in contesti complessi e sfilacciati non possono limitarsi a riempire uno spazio. L'esigenza di qualità resta, e anzi in un certo senso aumenta, perché proprio da questi interventi "finali" si decide spesso l'impatto complessivo di un'area.
L'esempio di oggi mi sembra, da questo punto di vista, piuttosto interessante.

Fabio Cani

 

Edificio per residenze

Giuseppe Antonacci, architetto

1994-1995

Como, via Petrarca 25

stato: visibile - ben conservato

Inserito in un tessuto urbano di media densità, quasi tutto costituito di costruzioni residenziali a più piani, arretrate dal filo strada e distanziate l'una dall'altra, questo edificio ha una planimetria a L, disposta in modo da lasciare uno spazio di rispetto verso la via.
Il lato più breve, proteso in avanti, è interamente occupato da una serie di balconi, che fanno prevalere le linee orizzontali e smaterializzano l'architettura per il ruolo fondamentale dell'arredo verde. Nelle altre porzioni della facciata principale è privilegiato il paramento in mattoni faccia a vista, interrotto da scandite aperture rettangolari e circolari, e dai tagli diagonali dei balconi collocati al punto di incontro delle due ali.
Il retro, affacciato sull'interno dell'isolato, alterna il paramento di mattoni faccia a vista con intonaco rustico e la gabbia strutturale in evidenza.

 Dettaglio dell’incastro delle due alivVeduta recente del retro dell’edificio

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_230: Una scuola aperta