XXCO_229: Un liceo incrociato

Veduta recente dell’ingresso da via Volontari della Libertà

Tra le non poche realizzazioni di grandi dimensioni per le scuole superiori della provincia, questa è una delle più recenti e delle più interessanti, sicuramente improntata a una immagine decisa. Inserita in un'area tuttora in fase di definizione urbana, ne costituisce, in nuce, uno dei perni fondamentali.

Fabio Cani

 

Liceo scientifico "Galileo Galilei"

Giorgio Orsini, architetto - collaborazione: Giampiero Benzoni, ingegnere

1992-1997, 1999-2001

Erba, via Volontari della Libertà 18

stato: visibile - parz. visitabile - ben conservato

Nato come sezione staccata del Liceo Scientifico "Giovio" di Como e ospitato nella storica Villa Amalia, il Liceo di Erba decide alla fine degli anni Ottanta, data la crescita di studenti, di costruire una propria sede: il progetto vincitore del concorso è basato su uno schema planimetrico a grandi moduli ripetuti, impostati secondo croci oblique, dove le aule sono disposte lungo i bracci e le testate sono occupate dai servizi e dalle scale; tra i moduli sono intercalati cortili ottagonali. Il pianterreno è percorso dal sistema distributivo orizzontale (originariamente l'ingresso doveva avvenire da via Galvani), le pareti soprastanti sono aperte dalle lunghe fasce delle finestre.
Dopo l'inaugurazione nel 1997, è stato realizzato, come secondo lotto di lavori, il blocco della palestra e dell'auditorium, collocato alla testata nord-occidentale.

Veduta recente da via Galvani Planimetria e prospetto est

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_228: Un edificio urbanistico