XXCO_218: Aule esagonali nel panorama

 Veduta recente delle aule verso valle, dal giardino

Proseguo nella presentazione di alcuni edifici scolastici con quest'altra realizzazione comasca, visto che proprio domani, domenica 7 agosto, qui si concluderà la prima visita guidata del terzo ciclo di Risonanze, un'iniziativa della Casa della Musica e del Comune di Como - Assessorato alla Cultura: iniziativa a cui mi pregio di fornire le mie competenze acquisite in anni e anni di peregrinazioni e approfondimenti.
Nel percorso che abbiamo immaginato dalla villa del Grumello, sulla riva del lago, a Bignanico, a mezza costa sul colle di Cardina, non poteva mancare qualche puntata nella contemporaneità architettonica.
Ve l'anticipo, così vi preparate...
Ma partecipando al percorso ci sarà qualche altra sorpresa, non solo musicale.

Fabio Cani

 

Scuola primaria ora Scuola Montessori

Mario Di Salvo, architetto

1975

Como, via Bignanico 4

stato: visibile - ben conservata

Nel quadro dell'importante sforzo di dotare tutti i quartieri cittadini degli essenziali servizi scolastici, la scuola elementare di Bignanico viene costruita alla metà degli anni Settanta, su un terreno poco discosto dall'antico piccolo nucleo abitato e con grande apertura panoramica.
L'edificio è distinto in una porzione lineare con gli uffici e le aule speciali e in un'altra porzione, a valle, articolata secondo moduli esagonali, dove trovano posto le aule (ora, dopo il passaggio alla Scuola Montessori, tali spazi sono occupati dal nido e dalla scuola dell'infanzia). Le pareti sono lasciate con il cemento armato a vista, e verso valle sono aperte da ampie vetrate che servono anche da passaggio verso il giardino.
L'accesso avviene lateralmente, sul lato corto del complesso.

L’accesso al complesso scolastico, in una foto Aleph, 1994Scorcio della porzione a monte dell’edificio

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_217: Una scuola nel giardino