XXCO_170: Una casa ferma sopra le onde

 La Velarca all’attracco, 2013

La proposta di oggi è un'altra eccezione alla regola dell'immediata verificabilità delle schede: l'oggetto di quella di oggi è infatti da più di due anni in restauro (e, purtroppo, non ci sono certezze sul suo completamento) e quindi sottratto alla pubblica fruizione.
La sua presenza nel percorso dell'architettura del Novecento nel territorio comasco è però indispensabile, proprio per la sua eccezionalità ed eccentricità; in aggiunta evidenzia, come per le altre schede di questi giorni, un rapporto complesso tra la dimensione locale e quella del contesto nazionale e internazionale, che qui si confronta nel modo più profondo con le acque del lago.

Fabio Cani

 

Velarca

BBPR - Lodovico Belgiojoso, Enrico Peressutti, Ernesto Nathan Rogers, architetti

1959-1961

Tremezzina, località Spurano di Ossuccio

stato: non visibile, attualmente in restauro

Esempio unico di casa-barca, ideata per rendere fruibile come luogo di soggiorno un piccolo appezzamento di terreno non edificabile in riva al Lario a Spurano di Ossuccio, la Velarca nasce dalla radicale trasformazione di una vecchia gondola lariana (la "Corriera Tremezzina") secondo il progetto dello studio milanese BBPR.
Ispirata tanto dall'imprescindibile essenzialità degli allestimenti nautici, quanto dai riferimenti colti alle architetture del Movimento Moderno, la Velarca (il cui nome deriva per libera associazione dalla Torre Velasca allora in fase di realizzazione) mostra numerosi punti di contatto con il contemporaneo intervento di adeguamento del Museo del Castello Sforzesco.
Dal 2011 la Velarca è stata donata da Aldo Norsa (figlio di Fiammetta ed Emilio che la vollero realizzare) al Fondo Ambiente Italiano; dal dicembre 2013 è in corso il restauro.

Particolare della poppaVeduta d’epoca del terrazzoPianta della cabinaSchizzo dell’allestimento

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

 XXCO_169: Una villa straniera