XXCO_167: Un centro polifunzionale colorato

Veduta recente del centro polifunzionale dalla via Sauro
Le due schede di oggi e domani sono dedicate a un altro paese della Bassa comasca, che non credo proprio rientri negli itinerari di architettura contemporanea (ma nemmeno in quelli dell'architettura storica). Eppure... eppure anche qui si trova qualche edificio di interesse.
Un po' provocatoriamente, ho scelto due realizzazioni che si collocano ai capi opposti della cronologia che mi sono dato e anche della suddivisione tipologica.
La scheda di oggi è dedicata a un edificio pubblico recente (dell'ultimo decennio del secolo), un centro polifunzionale, assai utilizzato, anche al di fuori di occasioni particolari (basta capitarci in una domenica qualsiasi per ricavarne l'impressione netta di una realtà viva). E quindi esemplifica bene il possibile contributo dell'architettura contemporanea alla vita sociale e culturale del territorio.

Fabio Cani

 

Centro polifunzionale "E. Mantero"

Enrico Mantero, architetto, Davide Mantero, architetto, Alberto Novati, architetto

1996

Bregnano, via Sauro 16

stato: visibile - visitabile - ben conservato

Spazio di cultura e di incontro realizzato a costi molto contenuti, il centro polifunzionale ha una struttura mista di pilastri rotondi e di setti murari semiportanti. La copertura è parte in legno lamellare e parte in cassettoni; il settore centrale è coperto da una volta a botte.
Lo spazio interno è modulato in modo da poter essere suddiviso, con tendaggi, in tre porzioni indipendenti e in buon misura isolate l'una dall'altra. Intorno sono gli ambienti di servizio.
L'edificio è ubicato in margine al centro storico del paese, come elemento di chiusura di un'ampia distesa a verde che fa parte della dotazione di spazi collettivi. La finitura esterna a intonaco civile tinteggiato con colori vivaci distingue la costruzione dal contesto edificato circostante, piuttosto anonimo.

Veduta recente del centro polifunzionale dalla via SauroSchema assonometrico dell’edificioPlanimetria dell’edificio

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_166: Una banca scavata