XXCO_165: Villette nella piana

Veduta di due unità nelle due versioni

La scheda di oggi si ricollega a quella di ieri, continuando l'indagine sul modello delle case a schiera, ma si connette anche alla serie sulle architetture "trasformate" e "snaturate". Qui le modifiche radicali sono avvenute in tempo quasi reale, così da rendere quasi del tutto irriconoscibile l'intento originale, se non fosse che una delle unità edilizie è rimasta nella versione quasi originale.

Fabio Cani

 

Edifici per residenze economico-popolari

Attilio Terragni, architetto

1995-2000

Senna Comasco, località Navedano, via Rovelli

stato: visibili - parz. trasformati

La serie di sei residenze disposte a schiera è studiata in modo che ogni unità abbia accesso diretto dalla strada principale, spazi esterni e terrazze per ogni locale, doppi affacci e giardini su entrambi fronti. La struttura è in cemento armato, la finitura, inizialmente prevista in lamelle di legno riciclato, è poi stata realizzata in intonaco civile.
Ispirate a un minimalismo di fondo, anche per interferire il meno possibile con la situazione ambientale della piana del Navedano, ancora in buona parte a destinazione agricola, le residenze sono poi state rapidamente trasformate (tranne una), con l'aggiunta di nuovi volumi e con l'introduzione del tetto a falde e di dettagli di derivazione tradizionale, che ne hanno snaturato l'immagine originale, omologandole ai molti insediamenti di villette a schiera, ormai onnipresenti sul territorio.

Prospetti sud e nordLe residenze nella loro conformazione originale

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_164: Appartamenti e ville in linea