XXCO_157: Un municipio sfalsato

Veduta recente del Municipio, dalla via Caronti

Nei paesi del lago, tutti affascinanti e pittoreschi, l'architettura del Novecento non ha lasciato il segno solo attraverso la costruzione di ville e villini. Spesso anche gli edifici pubblici sono stati realizzati negli ultimi decenni, per adattare la dotazione di servizi del nucleo urbano alle esigenze moderne; talvolta queste costruzioni sono degne di nota, anche se solo in rari casi sono riuscite a passare indenni dai ripetuti interventi di modernizzazione.
La scheda di oggi è uno di questi rari casi, in cui è ancora possibile apprezzare lo sforzo di inserirsi in modo dialettico (e tutto sommato delicato) con un edificio di ampie dimensioni nella compagine urbana di un paese tradizionale.

Fabio Cani

 

Municipio e scuole

Carlo Ponci, ingegnere, Piero Ponci, ingegnere

1934

Blevio, via Caronti 54

stato: visibile - parz. visitabile - ben conservato

Costruzione austera, programmaticamente volta a sintetizzare le istanze tradizionali e quelle moderne, il Municipio di Blevio si impone alla vista grazie alla sua posizione eminente, in alto sopra la strada provinciale Lariana, ai margini del centro urbano.
Questa collocazione è sapientemente sfruttata con una suddivisione del volume in piani sfalsati e con una leggera flessione delle ali laterali, per assecondare la naturale curvatura del declivio.
Decisamente moderna è la scansione delle aperture, disposte in serie di piccole finestre (soprattutto sul retro), oppure evidenziate dalla ampie dimensioni (soprattutto verso il panorama del lago).
Abbastanza ben conservato nel suo complesso, l'edificio guadagnerebbe da una migliore manutenzione, soprattutto per riportare a unità la percezione delle pareti.

Schizzo di progetto di Carlo Ponci Veduta del retro dell’edificio

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_156: Una casa di fortuna in montagna