XXCO_131: Una banca tra strada e piazza

Veduta recente della filiale erbese della BCC.

Rispetto alla banca di ieri, quella di oggi sembra al capo opposto, non solo per ragioni cronologiche. Almeno in un aspetto, però, ne condivide la logica: quello della riconoscibilità come edificio speciale, e non come semplice ufficio o negozio tra gli altri.
Di particolare interesse, nel caso odierno, il suo inserimento nell'ambito di un vasto programma di riqualificazione urbana. Perciò la scheda è anche un invito a verificarlo nel suo complesso.

Fabio Cani

 

Banca di Credito Cooperativo Alta Brianza, filiale di Erba

Marco Castelletti, Dario Cazzaniga, Raffaella Meroni, Marco Ortalli, Giorgio Proserpio, architetti, Maurizio Castelletti, ingegnere

1986-1999

Erba, via Turati 2

stato: visibile - parz. visitabile - ben conservata

La filiale erbese della BCC Alta Brianza di Alzate fa parte di un ampio progetto di recupero urbano che interessa la città di Erba fino alla piazza del mercato con la chiesa di Sant'Eufemia. L'intento è quello di ricreare una continuità architettonica tra il patrimonio storico e quello contemporaneo, con nuove edificazioni alternate ad ampi spazi aperti. La banca chiude idealmente, al di là della via Turati, una piazza pedonale circondata da edifici residenziali e quindi si propone come elemento coperto di continuità con spazi collettivi aperti.
L'edificio, dai volumi lineari e squadrati, riprende i materiali di finitura usati per tutto l'intervento: intonaco civile in due differenti colori, lastre di arenaria, serramenti di alluminio colorato.
L'allestimento del salone degli sportelli è stato curato dall'architetto Marco Castelletti.

Plastico dell’intervento urbano; la banca è al centro sulla sinistra.Planimetria dell’intervento.

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

Articoli correlati:

XXCO_130: Una banca sull'angolo