XXCO_127: Una villa dentro la tradizione

Veduta recente della villa da nord.

Al capo quasi opposto dell'arco di oscillazione tra tradizione e rinnovamento rispetto all'edificio di ieri, la villa di oggi evidenzia, alla fine del periodo razionalista, quasi sul limite della seconda guerra mondiale, un richiamo alla tradizione.
Il confronto è interessante, poiché per il resto i due edifici sono molto simili: a mezza costa, aperti sul panorama mozzafiato del Lario (e, anzi, proprio da questo ispirati), in relazione stretta ma non pacificata con il contesto, e – ovviamente – poco noti.
Purtroppo quello di oggi non è facilmente visibile, anche se collocato a ridosso della strada famosissima che sale al Bisbino; ma vi garantisco che, in una bella giornata, la passeggiata vale la fatica.

Fabio Cani

 

Villa unifamiliare

Oscar Ortelli, ingegnere

1944-1945

Moltrasio, località Lugarno

stato: parz. visibile - ben conservata

La villa sorge al di sotto della strada per il Bisbino, in località Lugarno, appartenente al comune di Moltrasio, a mezza costa.
È un'ampia costruzione, caratterizzata da un poderoso basamento in pietra moltrasina a vista, leggermente inclinato a scarpa, e da un corpo residenziale soprastante, più articolato, con sporgenze e rientranze e soprattutto con una copertura a falde spezzate a varie pendenze.
L'edificio intrattiene con la tradizione un rapporto dialettico non semplice: se per un verso riprende caratteri dell'architettura vernacolare di montagna, per altri esibisce citazioni colte mitteleuropee; il tutto modulato con rigore e misura.
Opera di un convinto esponente del gruppo razionalista, suggerisce una fase di ripensamento, quasi si trattasse di un "ritorno all'ordine".

Veduta della villa appena ultimata.Veduta della villa appena ultimata.

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_126: Una casa fuori dalla tradizione