XXCO_086: una casa complessa

 

XXCO: l'architettura nel territorio comasco durante il XX secolo

Un intero isolato, per quanto piccolo, incastrato tra un borgo storico e un capolavoro del Razionalismo lariano, diventa alla fine degli anni Cinquanta il tema di un intervento edilizio intensivo, ma non sgraziato: testimone di un'epoca in cui l'obiettivo della città era "crescere" ma non sempre al di fuori del controllo e della misura.

Fabio Cani

 

Edificio per residenze e negozi Soc. Imm. Santa Teresa

Enrico Ballerini, ingegnere, Luciano Trolli, ingegnere

1957-1961

Como, via Fratelli Rosselli, via Borgo Vico 126, via Sinigaglia, via Campo Garibaldi 1

Stato: visibile - ben conservato


Il complesso ridefinisce un intero isolato a margine del quartiere storico di Borgo Vico.
L'articolazione generale è basata su corpi di diversa altezza: i due principali (6-8 piani) sono disposti parallelamente a via Borgo Vico, collegati dal terzo corpo di altezza intermedia su via Sinigaglia, mentre su via Fratelli Rosselli, al centro, l'edificio presenta un elemento più basso, quasi si trattasse di una "piastra" di uffici. Sfruttando anche il dislivello tra le vie, i due fronti principali accolgono al pianterreno negozi, mentre sugli altri due, più in basso, sono l'ingresso e i garage. Al centro resta un cortile sopraelevato.

Le fronti sono animate, verso l'esterno, dai numerosi balconi sagomati e da qualche aggetto diagonale, e verso l'interno dai frangisoli in cotto; tutte le pareti presentano varietà di rifinitura delle pareti, con differenti sottolineature degli elementi strutturali.

 

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_085: una casa triplice

XXCO_087: un'aula per le celebrazioni