XXCO_082: balconi in città

 

XXCO: l'architettura nel territorio comasco durante il XX secolo

Sempre su via Mentana, all'incrocio con via XX Settembre, quindi con un asse tracciato dopo la metà dell'Ottocento, un'altra residenza più o meno contemporanea a quella di ieri, ma molto diversa: se la prima si ritrae dalla strada, questa vi si sporge...
E si tenga conto che proprio di fronte c'era (e non c'è più) la Bosisio Camanni Cattaneo, una delle più grandi fabbriche della convalle, parte di un vasto "quartiere industriale" che includeva anche il Cotonificio Bianchi, sull'area dell'attuale via Aldo Moro, con un'altissima ciminiera nota in tutta la città come il "caminun de la Fagnana" .

Fabio Cani

 

Edificio per residenze Soc. Imm. Diana 

Gianni Mantero, ingegnere 

1934-1935

Como, via Mentana 17

Stato: visibile - ben conservato


L'edificio, impostato su un angolo dell'incrocio tra le vie Mentana e XX Settembre, ha planimetria a L, con la fronte su via Mentana nettamente privilegiata. Sopra l'ingresso e lo zoccolo di marmo del pianterreno, la lunga facciata è animata dai balconi dei quattro piani, che la percorrono interamente; vi si incastrano locali a sporgere, con ampie finestre, così che la fronte risulta fortemente ritmata dal chiaroscuro. Verso l'incrocio i balconi sporgono con aggetti a semicerchio, quasi si trattasse di arengari, idea sottolineata anche dalla presenza delle aste portabandiera. Le altre facciate sono invece più semplici, con normali finestre incorniciate e brevi balconi.
L'immagine complessiva è signorile, così come le finiture, per quanto improntata a una sostanziale sobrietà.
L'edificio è tuttora ben conservato, anche nei dettagli.

L’edificio appena ultimato ripreso da via Mentana in una fotografia Mandelli   Particolare dei balconi che sporgono verso l’incrocio

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli correlati:

XXCO_081: ville sovrapposte in città

XXCO_083: decorazioni in città