XXCO_050: una villa-darsena della metà del secolo

 

XXCO: l'architettura nel territorio comasco durante il XX secolo

Ancora una villa-darsena. Sono passati quasi esattamente cinquant'anni dall'esempio di ieri, è radicalmente mutato il linguaggio architettonico, ma il modello di riferimento è rimasto lo stesso. Soprattutto è rimasta identica la ricerca di misura e di rapporto con il contesto. Per molti decenni, il lago è non solo uno scenario, ma un elemento vitale del territorio.

Fabio Cani

 

Villa-darsena

Emilio Terragni, architetto, Lucio Saibene, architetto, Gino Morganti, ingegnere

1953

Torno, riva del lago, via Vittorio Veneto

Stato: visibile dal lago - ben conservata


La villa è stata realizzata su una vecchia darsena, demolendo parzialmente un preesistente fabbricato. È impostata su di una trave centrale in cemento armato appoggiata sui due pilastri laterali; la trave sostiene, mediante due tiranti, i solettoni dei piani notte e giorno, e su di essa appoggiano anche i solai di copertura. Il volume risulta composto da una serie di parallelepipedi, in parte sfalsati e in parte sovrapposti.

L'immagine generale dell'edificio è data dalle geometrie dei setti verticali in mattoni (portanti in quelli esterni, di rivestimento in quello centrale) e delle finestrature con i serramenti riquadrati.
Spinta fino a filo dell'acqua, la villa-darsena reinterpreta in chiave moderna il senso del paesaggio di molte costruzioni storiche sulle sponde del Lario.

 

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli collegati: 

XXCO_049: una villa-darsena dell'inizio del secolo