XXCO_014: le residenze "INA Casa" di Albate

 

XXCO: l'architettura nel territorio comasco durante il XX secolo

Subito dopo la seconda guerra e la liberazione dal fascismo, per sostenere la ricostruzione e la ripresa economica, grande importanza venne data al settore edilizio, per il quale furono varati ripetuti interventi governativi, tra i quali i due settennati di misure di sostegno all'edilizia popolare ebbero un ruolo centrale. Oltre a sostenere l'occupazione, a rendere disponibili una grande quantità di residenze a prezzi accessibili, i piani furono anche l'occasione di attente sperimentazioni e realizzazioni innovative, di cui anche a Como non mancano esempi.

Fabio Cani


Edifici per residenze INA Casa

Luigi Figini, Gino Pollini, architetti

1952-1953

Como, Albate, via Mascherpa 6

Stato: visibili - visitabili parzialmente gli spazi comuni - ben conservati


Ubicato fuori dal centro urbano, nella frazione di Albate, in un'area solo parzialmente interessata dalla prorompente espansione edilizia del dopoguerra, il piccolo complesso è costituito da due corpi di fabbrica disposti parallelamente alla strada, uno di due e l'altro di tre piani.

L'intervento è risolto con particolare misura, in una sorta di minimalismo architettonico ante litteram, con la massima attenzione per l'inserimento in un quartiere all'epoca in gran parte di aspetto rurale, con un recupero della tradizione locale, ma senza rinunciare al lessico del Movimento Moderno. Le facciate a occidente presentano lunghe logge con intelaiature in muratura ritmate dalle diverse misure ricorrenti, le facciate a oriente presentano invece semplici finestre, le testate e altre porzioni hanno paramento in pietra a vista che si alterna così all'intonaco civile di colore chiaro.

L'edificio più basso è ulteriormente animato, verso il cortile intermedio, dalla presenza di corpi leggermente sopraelevati che animano la copertura a due falde.

 Veduta recente dell’edificio basso verso il cortile

Scarica la scheda in formato PDF, clicca qui

 

Articoli collegati:

XXCO_013: Villa Bernasconi