CamCom. L'export del 1° semestre nel comasco

 

 IL COMMERCIO CON L'ESTERO IN PROVINCIA DI COMO NEL 1° SEMESTRE 2017

Con il comunicato del 13 settembre Istat rende noti i dati territoriali dei flussi di importazioni ed esportazioni relativi al primo semestre 2017.

L'export italiano è risultato pari a oltre 223 miliardi di euro, in crescita di un significativo +8,0%, cui hanno contribuito molte delle regioni del nord (in primis Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Veneto), ma anche del centro (Lazio) e delle Isole (Sicilia e Sardegna). Sono solo quattro le regioni in calo: Marche, Friuli, Molise e Basilicata.

I dati comaschi, sebbene positivi, sono sottotono: la provincia cresce del +1,6%, dato che si pone al di sotto di quello medio regionale (+7,4%) e nazionale (+8,0%). Le esportazioni sfiorano i 2,8 miliardi di euro, ma l’incremento non è sufficiente a superare le difficoltà registrate nel corso del 2016 tanto che, il massimo storico del 2015, resta inviolato.

Questa sotto prestazione si è tradotta nella riduzione del peso della provincia sul totale regionale: se a metà 2015 Como rappresentava il 5,0% del totale export lombardo, adesso questa percentuale è scesa al 4,6%.
Ecco quindi che Como diventa penultima nella graduatoria tra le province lombarde, un elenco costruito sulla variazione registrata tra il 2016 e il 2017. Solo Varese, con +1,4%, risulta inferiore. All’estremo opposto della graduatoria svetta Monza e Brianza, con un +22,0% da attribuire quasi integralmente alla voce “CF212 Medicinali e preparati  farmaceutici”, quindi Cremona, con un +17,5%2. Seguono Lodi e Mantova, entrambe con crescite a due cifre. Lecco registra un ottimo +8,4%. È doveroso segnalare che l’export della provincia di Milano vale da solo oltre un terzo di quello complessivo lombardo.

Continua a leggere...

 

In un paese di poco più di un migliaio di persone il campo sportivo parrocchiale è il vero centro delle attività ricreative: attorno a questo rettangolo diverse generazioni hanno vissuto la propria infanzia e la loro adolescenza. Il Palio delle Frazioni racchiude in sé un pezzo della storia di Nesso e di ogni nessese.

 

 

La passione civile ha sempre animato Luigi Fagetti, indirizzandone la vita professionale e l'impegno sociale. Como: città sempre amata anche nei momenti di crisi.

Ricco corredo iconografico; rigore scientifico e alta leggibilità. L'intera vicenda del Teatro comasco: architettura, artisti, spettacoli. Una storia lunga due secoli.