Il Welcome Point al Broletto

 

Lake Como Essence all'Infopoint Broletto

Presso il Broletto, il mezzanino è un piccolo spazio di passaggio dall'Infopoint al salone delle mostre. Ora questo spazio è allestito a cura dell'ufficio di Sistema Como come un Welcome Point, che completa l'ufficio informazioni sottostante con una sintetica presentazione del territorio comasco attraverso il distillato delle sue eccellenze: materiali, prodotti e immagini evocative, distribuiti in tre piccole vetrine tematiche parlano della bellezza paesaggistica e artistica comasca, ma anche delle eccellenze produttive della tradizione e della realtà contemporanea, fatta di ricerca e innovazione.

A completare il percorso – necessariamente fatto di suggestioni più che di informazioni approfondite – una cartolina esplicativa (in italiano e in inglese) e due video che in pochi minuti, ma in modo ampio, raccontano il territorio comasco dall'alto lago alla Brianza restituendone un'immagine a tratti sorprendente.

In pochi minuti il visitatore può avere un'anteprima o una sintesi di Como. Da qui la visita può cominciare ma a questo punto con uno sguardo nuovo, più consapevole perché – come amava ripetere Bruno Munari – "ognuno vede ciò che sa".
Si tratta di un piccolo intervento (un format replicabile in altri luoghi del territorio: infopoint, musei, ecc.) che tuttavia, se ben "sfruttato", potrebbe risultare non solo di generico interesse ma di utilità reale.

Dal momento della sua inaugurazione l'Infopoint Broletto sta registrando – come prevedibile – numeri molto importanti: da gennaio a maggio 2016 circa 14.000 presenze; lo spazio è certamente piccolo ma la collocazione centrale, ancor di più ora con la sistemazione di Piazza Grimoldi, ne fa un ufficio frequentatissimo sia dai turisti che dai comaschi che lì possono trovare informazioni sempre aggiornate sulle proposte culturali della città. L'allestimento del mezzanino si propone di integrare la funzione dell'Infopoint definendo, seppure in massima sintesi, la cornice entro la quale vanno inserite tutte le informazioni e le proposte turistiche per coglierne meglio il senso e il valore. Non solo lo straordinario patrimonio naturalistico e artistico quindi, ma quello culturale in senso più ampio: la produzione e la ricerca che hanno orgogliosamente contribuito a rendere il nostro territorio noto in tutto il mondo. Basti citare l'arredo design e il settore tessile.

Ed ecco allora definito un percorso coerente:
Infopoint (piano terreno) – personale competente (comprese guide turistiche professioniste) è a disposizione per informazioni sempre aggiornate sul territorio: cosa, come, quando, dove;
Lake Como Essence (mezzanino) – con una sosta di pochi istanti (volendo anche seduti) è possibile avere una panoramica ampia della realtà culturale e produttiva, storica e contemporanea del territorio;
Salone mostre (primo piano) – la visita al territorio può cominciare proprio da qui: nel cuore della città, il salone del Broletto è di per sé affascinante per la sua storia antica e più recente e per le mostre che ospita a rotazione.
Siamo dunque pronti per andare alla scoperta (o alla ri-scoperta) di Como!

 

In un paese di poco più di un migliaio di persone il campo sportivo parrocchiale è il vero centro delle attività ricreative: attorno a questo rettangolo diverse generazioni hanno vissuto la propria infanzia e la loro adolescenza. Il Palio delle Frazioni racchiude in sé un pezzo della storia di Nesso e di ogni nessese.

 

 

La passione civile ha sempre animato Luigi Fagetti, indirizzandone la vita professionale e l'impegno sociale. Como: città sempre amata anche nei momenti di crisi.

Ricco corredo iconografico; rigore scientifico e alta leggibilità. L'intera vicenda del Teatro comasco: architettura, artisti, spettacoli. Una storia lunga due secoli.