ICOM_00A. ICOMOGRAFIE: Racconti per il 2017

 

iCOMOgrafie. JSC rinnova il successo di XXCO (dedicato all’architettura del Novecento) con 365 storie quotidiane per immagini

Il territorio della provincia di Como (e di Lecco) non è solo un brand ovvero un’idea, un marchio, un simbolo. È qualcosa di più. Non è solo una merce da vendere, ma è uno spazio da vivere. Invidiato da tutti, goduto comunque dagli abitanti, vissuto da molti villeggianti e pure preso d’assalto da milioni di turisti ogni anno; da molto tempo e si potrebbe dire da secoli.
Dunque è un territorio che ha una storia (iniziata nella Preistoria e fissata dai Romani) e tale “passato” è un sistema complesso che fa convivere vicende di grande impatto e coinvolgimento (come le tante, troppe guerre) con le bellezze del paesaggio e dell’arte; con la forza delle persone.

È anche uno spazio che ha saputo far convivere operosità del singolo e imprenditorialità di famiglie o gruppi industriali; di piccole botteghe d’artigiani e di creativi. Molti artisti (attivi in mezzo mondo) si sono generati e formati nei piccoli paesi, nelle valli del Lario e della Brianza. C’è stata povertà, arte d’arrangiarsi (si pensi al contrabbando) e poi capacità di riscattarsi fino a divenire provincia italiana tra le più ricche.
L’arte, in ogni periodo, ha lasciato segni profondi; l’umanità delle genti lariane e briantee ha consentito di superare i momenti difficili; il contatto con i villeggianti (da Milano e altrove) ha sviluppato una mentalità più aperta, moderna. L’architettura ha avuto tempi di notevole interesse estetico (il Romanico, il Barocco, il Razionalismo…) e l’industria (del metallo, del legno e della seta) la possibilità di portare benessere agli addetti e fama mondiale al territorio. Moda, prodotti, design… riempiono oggi il catalogo delle riconosciute qualità produttive.

Como, il Lario e la Brianza sono spazi geografici che convengono ad un’unica idea: quella che unisce il saper fare in un posto di grande fascino. La storia di Como e del suo territorio ci testimonia del passaggio dalla semplicità dei rapporti (ma anche dei contrasti, ovviamente) tra le tante genti alla complessità dei tempi moderni. Per scriverla ci sono tanti modi (e alcuni li abbiamo già praticati: www.nodolibrieditore.it), ma in questo 2017 che sta iniziando vorremmo ripassarla attraverso 365 immagini. Una al giorno. Dentro ciascuna di queste foto, stampe, pitture, manifesti, cartoline… troveremo – insieme – altri pezzi di storie da scoprire e da scrivere. Questo è ICOM. iCOMOgrafie: storie per immagini da Como, Lario e Brianza.

Fabio Cani
Gerardo Monizza

In un paese di poco più di un migliaio di persone il campo sportivo parrocchiale è il vero centro delle attività ricreative: attorno a questo rettangolo diverse generazioni hanno vissuto la propria infanzia e la loro adolescenza. Il Palio delle Frazioni racchiude in sé un pezzo della storia di Nesso e di ogni nessese.