Storia del Ticino. Antichità e medioevo

 

Novità. Presentazione del volume sulla storia del ticino

Venerdì 11 dicembre 2015, ore 18.30, presso la Biblioteca cantonale di Bellinzona, viale Stefano Franscini 30, sarà presentato il volume Storia del Ticino. Antichità e Medioevo a cura di Paolo Ostinelli e Giuseppe Chiesi.

Interverranno:

Manuele Bertoli, Consigliere di Stato

Simonetta Biaggio Simona, Archeologa e capo dell'Ufficio dei beni culturali
del Cantone Ticino

Paolo Grillo, Professore di Storia del Medioevo all'Università degli Studi
di Milano

Moderatore:

Stefano Vassere, Direttore delle Biblioteche cantonali di Bellinzona e
Locarno

 

Storia del Ticino. Antichità e medioevo

Giuseppe Chiesi, Paolo Ostinelli

Edizioni Casagrande 

Un territorio a ridosso della catena alpina, nel quale i contatti, gli incontri e le opposizioni tra il meridione e il settentrione si sono rincorsi per millenni, rimodellando continuamente le condizioni materiali, le forme organizzative e gli orizzonti mentali delle donne e degli uomini che gli hanno dato vita.

Antichità e Medioevo: le vicende e i mutamenti susseguitisi nel lungo arco di tempo
che va dalla prima occupazione delle valli alpine, nel Mesolitico, fino al distacco dei distretti subalpini dal ducato di Milano, agli albori del Cinquecento – passando per le età dei metalli, per l'epoca romana e per i secoli medievali. Un periodo che ha avuto un'importanza decisiva nel costruire il carattere delle terre ticinesi, ben prima che in questa regione si tracciassero i confini dell'odierno Cantone. Affiancandosi nella sua veste riccamente illustrata agli altri due tomi, il volume rende accessibili i risultati delle più avanzate ricerche a un ampio pubblico.

In un paese di poco più di un migliaio di persone il campo sportivo parrocchiale è il vero centro delle attività ricreative: attorno a questo rettangolo diverse generazioni hanno vissuto la propria infanzia e la loro adolescenza. Il Palio delle Frazioni racchiude in sé un pezzo della storia di Nesso e di ogni nessese.