Fondazione Ratti. Seminario "How to Begin"

 

 esplorare diverse forme di creazione artistica attraverso metodi di insegnamento non istituzionali

2-25 luglio 2018
Fondazione Antonio Ratti

Open Call for Young Artists
XXIV CSAV–Artists Research Laboratory
con Christina Mackie

HOW TO BEGIN

“Parlando dell'essere e del divenire e del divario tra i due, del processo di ridurre le possibilità fino a che, iniziando con una parola, un pensiero o un’azione, si possa colmare lo spazio che intercorre tra intenzione e attuazione. 
L’inizio è differente da tutto ciò che viene dopo, è la condizione iniziale e un passo verso l’ignoto. 
Con la vostra azione determinate la condizione iniziale. Il primo passo costituisce il presupposto per il risultato. Prima di piantare un chiodo bisogna posizionarlo correttamente. Attraverso sia ripetizione che espansione o affinamento le situazioni si riaprono e il lavoro si costruisce attorno ad un'idea centrale.” 
Christina Mackie

"How to begin?" Il seminario prenderà in considerazione questa domanda attraverso una serie di interrogativi correlati:
 Come possiamo negoziare fra individualità e scambio con gli altri nel breve contesto di un seminario e all'interno di quello più ampio di una pratica artistica? Che cosa è in gioco in un inizio, se rifiutiamo di relegare le cose a uno stato di passiva inattività e invece scegliamo di riconoscere a loro e a tutti i processi non umani la capacità di agire?
 In che termini possiamo discutere il rapporto tra la prima intuizione di un rapporto, che deve inevitabilmente situarsi fuori di noi, e il nostro futuro coinvolgimento? Come negoziare la tensione tra il voler fare qualcosa e il non voler essere dentro questo qualcosa? Queste domande forniranno un punto di partenza durante i seminari e il lavoro in studio, e saranno anche affrontate attraverso "Aperto", una mostra delle durata di un giorno intesa come momento pubblico di riflessione collettiva sui processi, le ricerche e le discussioni che impegneranno i singoli partecipanti durante l’esplorazione dei temi di "How do We Begin?".

Le stesse domande saranno affrontate tramite una pubblicazione da realizzarsi in collaborazione con tutti i partecipanti durante il XXIV workshop e che verrà pubblicata subito dopo la sua chiusura.

CSAV- Artists Research Laboratory è una piattaforma sperimentale pensata per provocare discussioni e scambi formali e informali tra artisti di diverse generazioni e nazionalità. Mira a esplorare diverse forme di creazione artistica attraverso metodi di insegnamento non istituzionali. Tra i quindici e i venti giovani artisti di tutte le nazionalità saranno selezionati a partecipare al programma. Questi prenderanno parte a workshop e seminari quotidiani tenuti dall’artista invitato a condurre l’esperienza e da alcuni docenti ospiti. 
La domanda di partecipazione e il laboratorio sono gratuiti.

Il lavoro di Christina Mackie prende forma da un interesse per materiali e processi, e per come questi si relazionano a eventi sociali e naturali. Le sue ricerche hanno spaziato dall’indagine delle strutture di potere, umane e non umane, alla biologia, alla genetica, al formalismo, alla chimica. Mackie è nota per le sue sculture e installazioni che spesso si basano su assemblaggi di materiali disparati per ottenere una sintesi temporanea di ciò che appare essere un processo incessante. 

Christina Mackie è nata nel 1956 in Inghilterra ed è cresciuta in Canada prima di trasferirsi a Londra negli anni '70. Tra le recenti mostre personali ricordiamo: Tate Britain, Londra (2015), Praxes, Berlino (2015), The Renaissance Society, Chicago (2014), Kunsthal Charlottenborg, Copenaghen (2012) e Chisenhale Gallery, Londra (2012).


Il programma è diretto da Annie Ratti con Lorenzo Benedetti e Gregorio Magnani.

Informazioni:

Termine iscrizioni: 18 febbraio 2018 (per fare domanda compilare l'application form)
Per sapere di più del programma CSAV-Artists Research Laboratory clicca qui