Como. Fiera del Libro Edizione 2017

 

Chiusa a Como la Fiera del Libro 65esima edizione. Successo di vendite e di pubblico

Pioggia e vento per gli ultimissimi giorni della Fiera del Libro di Como, ma chiusura con successo e soddisfazione. È andata bene, dicono librai ed editori che conducono, organizzano, finanziano e promuovono la FDLibro giunta, con il 2017, alla 65esima edizione.

Una dozzina di giorni “tropicali” (anche 35gradi) e due tre giorni di pioggia finale non hanno fermato la curiosità dei comaschi e di molti turisti che si son trovati - e spesso ritrovati - tra bancarelle, tavoli ed eventi a vedere, curiosare, comprare ed ascoltare.

Sessanta le presentazioni (tre, quattro ogni giorno) che han visto salire sul palchetto autori assolutamente ignoti al pubblico, autori in crescita, progetti editoriali, ragionamenti sul libro e l’attenzione alle cose e ai pensieri del mondo. Nel cuore della Fiera, al centro del via vai continuo, su panchette e seggiole blu, davvero in tanti si son fermati con attenzione e pazienza a condividere testi e racconti.

Poi i libri: centinaia e centinaia (600metri quadri d’esposizione) per 15 librai e la lunga fila dei 15 editori. C’era di tutto e ben riassunta sia la cultura generale, la letteratura del mondo, che la produzione locale (di Como e Canton Ticino) con offerte anche piuttosto accattivanti, originali.

La Fiera è un appuntamento di fine estate che coinvolge migliaia di comaschi, comensi e visitatori d’altre parti che possono trovare quel che la città (troppo poche le librerie!) sembra voler cancellare: i libri.

La formula che da 65 anni continua ad essere ben accolta (i libri nel centro della città) rimane una proposta importante che andrebbe – semmai – migliorata, resa ancor più solida e diffusa. Librai ed editori (riuniti nell’Associazione Manifestazioni Librarie e negli Editori del lago di Como e associati con Confesercenti Como) stanno già pensando e lavorando alla 61esima edizione. Con grosse novità.