I Nomi della Città. 19_Contrada del Gesù

19. contrada del gesù

via tatti

Guarda sulla mappa

La contrada è intitolata alla chiesa del Gesù, qui insediata con l’omonimo convento e collegio in un gruppo di case acquistate nel 1564 e in seguito completamente riedificate per le nuove funzio­ni.

La chiesa venne eretta tra 1576 e 1580, in parte seguendo il progetto steso a Roma da Giovanni Tristano, in parte modificando­lo sulla base delle indicazioni di Giovanni Antonio Piotti. All’originario nucleo, si vennero poi aggiungendo gli edifici vicini, acquistati nel corso del XVII e XVIII secolo, tanto che alla metà del Settecento i Gesuiti pensarono di riedificare l’intero isolato.

Quando nel  1787-1788 vennero fissate le denominazioni delle contrade il convento era già stato soppresso, non così il collegio, data la sua importanza come scuola per la nobiltà cittadina (lo sareb­be stato solo più tardi, a seguito dell’apertura del liceo pub­blico). La chiesa, del resto, caso raro tra quelle conventuali, non venne mai secolarizzata.

La piazza attigua alla chiesa del Gesù, che non ha mai ricevuto un nome ufficiale (ma che nel 1751 è esplicitamente citata come “piazza del Gesù”), era nota come “piazza del Broletto vecchio”, con riferimento al periodo in cui nel Quattrocento il Broletto vero e proprio risultava inservibile, probabilmente a seguito dell’incendio del 1478. Lo ricorda anche Benedetto Giovio, che però attribuisce l’inagibilità del Broletto “nuovo” all’edifica­zione della Cittadella viscontea: “La piazza del Broletto vecchio è così chiamata perché una volta nella vicina casa si teneva ragione, durante il tempo che il Broletto del Comune era chiuso nella cittadella; aperta la quale si ritornò al primo, ma restò il nome del Broletto vecchio a quella casa privata e a quella piazza”.

L’edificio provvisoriamente utilizzato come Broletto è la casa acquistata dai Gesuiti nel 1564, ubicata in “strata publica S.ti Benedicti” (cioè nell’attuale via Lambertenghi); nell’atto nota­rile si dichiara che l’edificio si trova “ubi dicitur ad Borletum vetus”.

Ancora all’inizio del Seicento, Quintilio Lucini Passalacqua scrive della “piazza del Gesù detta il Broletto”. Inoltre, nel secolo successivo, un edificio ubicato tra la casa della comu­nità di Como e il Gesù era noto come “città vecchia”, nome che condivideva con un altro edificio presso il Duomo.

Scopri il libro cartaceo

Archivio
00_I NOMI DELLA CITTÀ
01_CONTRADA DELLI ASINI
02_CONTRADA DE' BONANOMI
03_CONTRADA DI CARNASINO
04_STRETTA DELLA CASERMA
05_PIAZZA DEL CASTELLO
06_CONTRADA DEL CATENA
07_CINQUE VIE
08_CONTRADA DELLA CITTÀ
09_VICOLO DELLA CORTESELLA
10_CONTRADA DELLA CROCE DI QUADRA
11_CONTRADA DEL CROCEFISSO
12_CONTRADA DELLA DOGANA
13_CONTRADA DE' DOTTORI
14_PIAZZA DEL DUCA

15_PIAZZA DEL DUOMO
16_CONTRADA DELLI EBREI
17_CONTRADA DEL FONTANILE
18_CONTRADA DEL FOSSO