I Nomi della Città. 09_Vicolo della Cortesella

 

09_Vicolo della Cortesella
Area di piazza Gobetti

Guarda sulla mappa

Il vicolo prende nome dalla piccola corte che attraversava, posta all’interno di un isolato quasi semicircolare, che era uno dei più caratteristici della Como medioevale. L’inconsueta disposi­zione planimetrica di quest’area è stata interpretata da Gian­franco Caniggia come residuo dell’impianto del teatro romano; questa ipotesi è stata per lo più accettata negli studi di storia locale, anche se recentemente il ritrovamento in via Vittani dei resti di un edificio di epoca romana a sua volta interpretato come teatro ha riaperto la questione. È anche possibile che l’isolato della cortesella, insieme a quello attorno alla stretta dei Sangeleri e prospiciente sulla piazza del Vescovato costitui­sca il resto dell’arena romana, su cui il vescovo di Como aveva acquisito diritti. Di nessuna di queste ipotesi, però, è stata trovata una conferma archeologica.

Alla Cortesella potrebbe forse adattarsi il passo di Benedetto Giovio, nel suo testo Historiae patriae libri duo, che si riferisce a una “isella”, cioè isola, ovvero isolato, collocata nella parte “più bassa” della città; secondo documenti cinquecenteschi però, tale indicazione va più correttamente riferita all’isolato al centro della grande piazza ora intitolata ad Alessandro Volta.

Sulla piazzetta prospettava la casa dei Corticella, famiglia che intratteneva con il luogo di residenza il consueto rapporto di identificazione. Secondo il Ballarini, seguito anche dal Piade­ni, sarebbe stata proprio la famiglia, originaria di Milano e trasferitasi in Como nel XIV secolo, a dare il nome alla zona.

Originariamente la “cortesella” è propriamente la piazzetta al centro dell’isolato, così è sia nella visita fiscale del 1650 che in quella del 1751, mentre le strade afferenti sono indicate come “stretta della Cortesella” o “strecchione che va in Cortesella”. Si noti anche che il vicolo meridionale, che sfociava presso la piazza del Duomo è, ancora nel XVII secolo, chiuso da un portone.

Tra la fine del Settecento e la metà dell’Ottocento l’intitola­zione ufficiale della via subisce leggere modifiche: da “vicolo e piazzetta di Cortesella” (1788) a “Cortesella streccione” (1821) a “vicolo di Corticella” (1861).
Tutto l’isolato venne raso al suolo tra la fine degli anni Trenta e l’inizio degli anni Quaranta di questo secolo.

• L’area corrispondente alla Cortesella durante i lavori di demolizione alla fine degli anni Trenta; il vicolo della Cortesella si trovava dietro le case di sinistra

Scopri il libro cartaceo

Archivio

00_I NOMI DELLA CITTÀ
01_CONTRADA DELLI ASINI
02_CONTRADA DE' BONANOMI
03_CONTRADA DI CARNASINO
04_STRETTA DELLA CASERMA
05_PIAZZA DEL CASTELLO
06_CONTRADA DEL CATENA
07_CINQUE VIE
08_CONTRADA DELLA CITTÀ