CamCom. Ecosistema Urbano 2017

 

 Il posizionamento delle città di Como e Lecco e degli altri capoluoghi lombardi nel rapporto Legambiente "Ecosistema Urbano 2017"

Il 30 ottobre 2017 Legambiente ha presentato l’annuale rapporto “Ecosistema Urbano 2017” sulle performance ambientali delle città capoluogo, realizzato con il contributo scientifico dell’Istituto di Ricerche Ambiente Italia e la collaborazione editoriale de Il Sole 24 Ore.

Non ci si limita alle città italiane: il confronto viene ampliato anche alle principali capitali europee, mettendo in luce come alcuni comportamenti virtuosi avvicinino parte delle realtà italiane agli standard europei, talvolta superandoli. Non mancano purtroppo nemmeno le criticità, tanto che la mappa europea dello smog, realizzata dall’Agenzia Europea dell’Ambiente, mostra come le più alte concentrazioni di particolato fine colpiscano principalmente proprio l’Italia, e in particolare i Comuni della pianura padana, insieme alla Polonia. Alle scelte efficaci di alcune amministrazioni che hanno saputo innescare il miglioramento si contrappongono quelle di chi non ha avuto la stessa sensibilità, per esempio non avviando nemmeno la necessaria raccolta dati.

Il confronto con le edizioni precedenti del rapporto mette in luce come ci siano stati dei miglioramenti, in taluni casi drastici, dimostrando come nulla sia predeterminatamente impossibile. Non solo: sebbene vi siano forti interdipendenze tra territori attigui (si pensi alla qualità dell’aria o al trasporto pubblico extraurbano) i singoli comuni possono comunque fare la differenza e agire da volano rispetto alle realtà limitrofe. Ecco perché, nella sua prefazione, il rapporto Legambiente lancia un appello: sindaci, copiatevi!

Sono tanti i centri urbani virtuosi e dinamici autori di scelte coraggiose, innovative e sostenibili. Mantova, Trento, Bolzano, Parma, Pordenone e Belluno guidano la classifica delle migliori ecoperformance. “C’è un’Italia delle città che ha già cambiato passo. Che gestisce il ciclo dei rifiuti come e meglio di tante altre realtà europee, che ha cambiato stili di mobilità, trovato la formula giusta per depurare gli scarichi, contenere i consumi idrici e lo sperpero d’acqua potabile, che investe sulle rinnovabili, che ha significative esperienze di rigenerazione e rifunzionalizzazione degli spazi pubblici. (...) Questa smartness, ossia questa capacità di alcuni capoluoghi di proiettarsi verso un nuovo modello urbano - più sano, più vivibile, più accessibile, più efficiente, più moderno - emerge nitidamente dall’insieme dei dati di Ecosistema Urbano 2017 di Legambiente” che, aggiungiamo noi, meritano di essere attentamente studiati.

Con questa breve relazione, la Camera di Commercio di Como vuole focalizzare meglio la posizione dei capoluoghi di Como e Lecco, mettendone in luce i punti di forza e di debolezza. Non bisogna infatti dimenticare che la città italiana più vivibile è proprio uno dei capoluoghi della Lombardia, regione che più di altre porta il pesante fardello dell’inquinamento dell’aria.

Continua a leggere...