Sormano. Un tesoro ritrovato

 

 pala di santa maria: un olio su tavola valorizzato e conservato

Venerdì 8 dicembre - ore 16.15
Chiesa di S. Maria del sasso - Dicinisio di Sormano (CO)

Cerimonia di inaugurazione dell'intervento di valorizzazione e conservazione della PALA di S. MARIA

Emozione e gioia: questi i due sentimenti dominanti che la piccola comunità pastorale della Madonna di Campoè , situata nella alta Valassina comasca e composta dai paesi di Caglio Sormano e Rezzago, prova in questo momento. Si è abituati ad avere tanti tesori d’arte ma ogni volta che si rende fruibile e ben conservato un tesoro prima quasi sconosciuto si prova una emozione davvero grande.

Stiamo parlando della Pala di S. Maria conservata nella piccola chiesa di S. Maria nella frazione di Dicinisio a Sormano. Un olio su tavola della seconda metà del quindicesimo secolo di pregevolissima fattura . Nella sua visita dello scorso mese di ottobre il professore Giovanni Agosti, una delle voci più autorevoli sulla pittura lombarda del rinascimento, ha parlato di un tesoro importante da custodire con cura e da valorizzare.

Ecco allora l’intervento fatto in questo ultimo anno di conservazione e valorizzazione con sostituzione del cristallo protettivo, con il totale rifacimento dell’impianto di illuminazione della chiesa e con l’installazione di un corretto impianto di allarme. Un lavoro coordinato totalmente da una giovane equipe di esperti che hanno messo a disposizione la loro competenza e passione.

 

In un paese di poco più di un migliaio di persone il campo sportivo parrocchiale è il vero centro delle attività ricreative: attorno a questo rettangolo diverse generazioni hanno vissuto la propria infanzia e la loro adolescenza. Il Palio delle Frazioni racchiude in sé un pezzo della storia di Nesso e di ogni nessese.

 

Una ricognizione nelle vite della gente comune del Regno Lombardo-Veneto tra 1818 e 1862, basata sui verbali dei processi inquisitori, custoditi presso l’Archivio di Stato di Como. Storie tanto lontane nel tempo, ma che appaiono ancor oggi molto vicine.

La passione civile ha sempre animato Luigi Fagetti, indirizzandone la vita professionale e l'impegno sociale. Como: città sempre amata anche nei momenti di crisi.