MondoTuristico. Le visite di febbraio

febbraio di mondo turistico: bellagio e villa olmo

Sabato 4 febbraio - ore 15.00

BELLAGIO (VISITA ALLA BASILICA DI SAN GIACOMO)

Incontro con la guida (Brian) a Bellagio, davanti alla basilica di San Giacomo a Bellagio.
Alla scoperta della basilica di origine romanica di San Giacomo a Bellagio, la chiesa più visitata della Provincia di Como insieme al Duomo di Como, con ricchi approfondimenti riguardanti la storia e l’arte dell’edificio.

ore 16.00
Biblioteca Comunale di Bellagio - Piazza Cavaliere Augusto Bifolco

CONFERENZA SU ARAGONUS ARAGONIUS, PITTORE E CARTOGRAFO BRESCIANO

guida presenterà il frutto del suo lavoro di ricerca e approfondimento riguardo alla misteriosa e oscura figura di               Aragonio Aragonese, pittore secentesco e cartografo bresciano, analizzandone la vita e le opere, partendo proprio dalla basilica di Bellagio, ove l’artista ha lasciato il dipinto de Il martirio di San Giacomo.

Quota di partecipazione:

Offerta libera, il ricavato sarà devoluto a favore delle popolazioni terremotate

Prenotazione obbligatoria
Entro mercoledì 1 febbraio - Tel. 0344-30060 / 031-95163

-

Anche quest’anno alla GIORNATA INTERNAZIONALE della GUIDA TURISTICA (Istituita da World Federation of Tourist Guide Associations e promossa in Italia da Associazione Nazionale Guide Turistiche) Mondo Turistico vi aderisce:

Martedì 21 febbraio - ore 15.00

COMO - VILLA OLMO

Incontro con la guida (Marta) a Como, davanti all’ingresso sud della villa in Via Cantoni, 1. Ultima e più importante dimora della serie di ville neoclassiche edificate lungo la riva occidentale del golfo comasco, fu costruita alla fine del Settecento dagli Odescalchi, nobile famiglia di Como. L’architettura si rifà allo stile classico greco.
A metà dell’Ottocento la villa divenne proprietà della famiglia Raimondi e ospitò Garibaldi nel periodo in cui la città fu liberata dalla dominazione austriaca. Alla fine del secolo passò ai Visconti, che la tennero fino ai primi anni del Novecento, quando divenne proprietà del comune di Como.

Sul davanti è arricchita da un giardino all’italiana con al centro una bella fontana, mentre sul retro si trova parte dell’antico giardino all’inglese decorato da splendidi alberi esotici centenari con al centro un tempietto di stile classico. Visita delle sale del pian terreno in cui sono conservati affreschi ottocenteschi e del teatro, replica in piccolo del teatro della Scala di Milano.

Quota di partecipazione:

Offerta libera, il ricavato sarà devoluto a favore delle popolazioni terremotate

Prenotazione obbligatoria
Entro sabato 18 febbraio - Tel. 0344-30060 / 031-95163

AVVERTENZE:

Si prega di lasciare il recapito telefonico al momento della prenotazione e di avvisare se, successivamente alla prenotazione, si è costretti a cancellare.

Spostamenti con mezzi propri.

Per soci si intendono gli iscritti a MONDO TURISTICO e ad APPACUVI (si prega di presentare la tessera).

 

 

 

 

In un paese di poco più di un migliaio di persone il campo sportivo parrocchiale è il vero centro delle attività ricreative: attorno a questo rettangolo diverse generazioni hanno vissuto la propria infanzia e la loro adolescenza. Il Palio delle Frazioni racchiude in sé un pezzo della storia di Nesso e di ogni nessese.

 

Una ricognizione nelle vite della gente comune del Regno Lombardo-Veneto tra 1818 e 1862, basata sui verbali dei processi inquisitori, custoditi presso l’Archivio di Stato di Como. Storie tanto lontane nel tempo, ma che appaiono ancor oggi molto vicine.

La passione civile ha sempre animato Luigi Fagetti, indirizzandone la vita professionale e l'impegno sociale. Como: città sempre amata anche nei momenti di crisi.