Turismo a Como: stagione positiva

 

Turismo a Como: gli effetti di Expo sul territorio

Il rapporto presenta una sintesi dei principali risultati del movimento turistico a livello provinciale con riferimento ai sei mesi dell'Esposizione Universale di Milano.

Nei mesi di svolgimento di EXPO MILANO 2015 il territorio comasco ha fatto registrare complessivamente 803.385 arrivi, circa 74.500 in più rispetto allo stesso periodo del 2014 (+10,2%). Le giornate di presenza sono state complessivamente 2.176.090, circa 163.000 in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (+8,1%).

I turisti italiani hanno decisamente contribuito agli eccellenti risultati sopra descritti: il numero degli arrivi, pari a 179.371, è cresciuto del +8,0% rispetto al 2014; i pernottamenti sono andati ancora meglio, oltre 470.000, +16,8%.

I turisti esteri hanno confermato il loro apprezzamento per il territorio lariano: gli arrivi registrati sono stati 624.014, +10,9% rispetto agli stessi mesi del 2014, mentre le presenze hanno fatto segnare un +5,9%, a quota 1.705.561.

L'analisi di arrivi e presenze per tipologia di struttura ricettiva evidenzia il buon andamento del comparto alberghiero con presenze in crescita (+5,9%), sia per gli italiani (addirittura +16,9%) che per i turisti esteri (+3,7%). Le strutture extralberghiere hanno fatto segnare aumenti a due cifre: gli arrivi complessivi a +21,7%, i pernottamenti a +13,0%.

Per numero di presenze risaltano gli alberghi a 4 stelle (oltre 542.000 pernottamenti) e a 3 stelle (sopra quota 603.000). I campeggi sono le principali strutture extralberghiere (con 428.000 soggiorni), seguiti dagli alloggi in affitto gestiti in forma imprenditoriale (a quota 173.000).

Rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, il 2015 mostra un andamento positivo in quasi tutte le tipologie di strutture ricettive.

- Crescono gli alberghi (notevole il +11,0% dei 3 stelle ed il +11,2% delle strutture a 1 stella), con la sola eccezione delle residenze turistico-alberghiere (-16,5%).

- Crescono gli esercizi complementari: dai campeggi (+7,3%) ai rifugi (+38,4%), dagli alloggi in affitto (+19,3%) agli agriturismi (+32,4%), fino al botto dei bed & breakfast (+40,5%); fanno eccezione gli ostelli, in flessione del -6,2%.

 

Elaborando i dati mensili delle presenze, emerge chiaramente che l'exploit dei pernottamenti si è verificato nei mesi di maggio e ottobre, in corrispondenza con l'apertura e la chiusura della kermesse milanese.

Maggio 2015. Il totale dei pernottamenti ha sfiorato quota 300.000, nello stesso mese del 2014 si era fermato a 264.360; l'aumento è stato pertanto pari a +13,1%.

- Gli alberghi della provincia hanno fatto registrare a maggio quasi 219.500 presenze, circa 13.000 in più rispetto a maggio 2014. L'incremento è risultato sopra la media del periodo "EXPO": +6,4% rispetto a un anno prima.

- Le presenze negli esercizi extralberghieri sono state oltre 79.500, circa 21.500 in più su maggio 2014, pari a un incremento del +37,1%.

Ottobre 2015. Anche il mese di ottobre ha inciso in modo rilevante sull'andamento turistico provinciale e con variazioni ancor più sorprendenti rispetto allo stesso mese del 2014. Il totale dei pernottamenti ha superato quota 240.700, contro i 200.000 dell'anno precedente: l'aumento è stato pari addirittura a +20,4%.

- Gli alberghi hanno fatto registrare oltre 201.700 presenze, ben 32.000 in più rispetto a ottobre 2014. L'incremento dei pernottamenti è risultato tre volte sopra la media del periodo "EXPO": +19,0% rispetto a un anno prima.

- Le presenze negli esercizi extralberghieri sono state oltre 39.000, quasi 9.000 in più su ottobre 2014 (+28,4%).

 

Per quanto riguarda il comune di Como, nei mesi di svolgimento di EXPO MILANO 2015 il capoluogo comasco ha fatto registrare complessivamente 193.433 arrivi, quasi 38.000 in più rispetto allo stesso periodo del 2014 (+24,2%). Le giornate di presenza sono state complessivamente 381.301, circa 58.000 in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (+18,0%).

I turisti italiani alla riscossa. L'andamento di arrivi e presenze di connazionali nel periodo "EXPO" (rispetto agli stessi mesi del 2014) non lascia spazio a dubbi circa l'impatto positivo dell'evento milanese: arrivi a quota 35.181, pari a +37,0% rispetto al 2014; 73.422 pernottamenti, su del +31,9%.

Anche i turisti esteri sono stati numerosi come non mai: gli arrivi registrati sono stati 158.252, +21,7% rispetto agli stessi mesi del 2014, mentre le presenze hanno fatto segnare un +15,1%, a quota 307.879. L'incidenza del turismo d'oltralpe sul totale è pari all'80%: 4 ospiti su 5 sono stranieri.

 

Il comparto alberghiero del capoluogo ha confermato la propria forza con circa l'84,5% di arrivi e pernottamenti totali.

L'analisi di arrivi e presenze per tipologia di struttura ricettiva racconta più nel dettaglio le diverse scelte dei turisti in base alla loro provenienza: presenze in grande crescita per gli italiani in albergo (+36,4%), per i turisti esteri boom dei pernottamenti in strutture extralberghiere (+41,6%).

Elaborando i dati mensili delle presenze, emerge un quadro diverso rispetto a quanto riscontrato per il territorio provinciale. Mentre per quest'ultimo il boom dei pernottamenti si è verificato nei mesi di maggio e ottobre, in corrispondenza con l'apertura e la chiusura della kermesse milanese, la crescita complessiva delle presenze nelle strutture ricettive del comune di Como è stata più graduale, passando dal +8,2% di maggio al +23,6% di ottobre.

La progressione si è notata soprattutto per gli alberghi: +15,3% nell'intero periodo, ma "solo" +4,0% a maggio e addirittura +21,3% in ottobre. Le strutture complementari hanno fatto registrare un andamento di crescita più regolare, +38,9% a maggio e +40,4% a ottobre.

In fase di analisi dei flussi turistici può risultare significativo valutare l'andamento delle precipitazioni, rilevate presso la stazione meteo di Como Villa Geno: il periodo "EXPO" 2015 ha goduto sicuramente di un meteo più favorevole rispetto agli stessi mesi del 2014, soprattutto per quanto riguarda luglio e agosto, con molti meno giorni (e millimetri) di pioggia.

 

Articoli collegati: 

Expo motore di turismo. Vero o falso?

Economia comasca. Rapporto 2014

 

 

In un paese di poco più di un migliaio di persone il campo sportivo parrocchiale è il vero centro delle attività ricreative: attorno a questo rettangolo diverse generazioni hanno vissuto la propria infanzia e la loro adolescenza. Il Palio delle Frazioni racchiude in sé un pezzo della storia di Nesso e di ogni nessese.

 

Una ricognizione nelle vite della gente comune del Regno Lombardo-Veneto tra 1818 e 1862, basata sui verbali dei processi inquisitori, custoditi presso l’Archivio di Stato di Como. Storie tanto lontane nel tempo, ma che appaiono ancor oggi molto vicine.

La passione civile ha sempre animato Luigi Fagetti, indirizzandone la vita professionale e l'impegno sociale. Como: città sempre amata anche nei momenti di crisi.