Santuari Mariani da Como, Lecco e Sondrio - Lecco. Imbersago. Madonna del Bosco

Lecco. Imbersago. Madonna del Bosco
Tra le più celebri apparizioni vi è quella del 1617 al Santuario della Madonna del Bosco di Imbersago (LC). Vista splendida sulla Brianza (è collocato su un’altura a 300 metri d’altitudine) il Santuario è il risultato della trasformazione della consueta cappella iniziale in un edificio (progetto Carlo Buzzo) del 1646.
La costruzione della chiesa risponde al desiderio popolare di rispondere alla benevolenza della Madonna apparsa “raggiante a tre pastorelli” e che ai piedi di un castagno fece fiorire un riccio di castagne mature. Ma si era di maggio, dunque fuori stagione e le popolazioni del luogo credettero subito ad un miracolo e lessero il “segno” come un invito della Madonna ad essere onorata con una chiesa a lei dedicata.
La conseguenza di quel “miracolo” e dei successivi e delle numerose grazie concesse ai fedeli impose l’ampliamento del primo edificio e l’abbellimento costante: dalla prima "Cappella del Miracolo", ancora oggi esistente nella Cripta sotto il Santuario, o "Scurolo", mantenuta nelle successive trasformazioni Seicentesche e Ottocentesche.
È dei primi decenni dell’Ottocento la celebre “Scala Santa” (disegno di Luigi Rossi) rifatta – perché distrutta da una frana – dal 1977 al 1981. Devotissimo alla Madonna del Bosco, papa Roncalli ricordato con una grande scultura sul piazzale.

Una ricognizione nelle vite della gente comune del Regno Lombardo-Veneto tra 1818 e 1862, basata sui verbali dei processi inquisitori, custoditi presso l’Archivio di Stato di Como. Storie tanto lontane nel tempo, ma che appaiono ancor oggi molto vicine.