Santuari Mariani da Como, Lecco e Sondrio - Le Madonne della neve

 

Le Madonne della neve
Particolare è il culto della “Madonna della Neve”. La tradizione, già presente a Roma nel III secolo, si diffuse ovunque per ricordare il prodigioso evento della neve ad agosto (la Madonna appare in sogno ad un patrizio ordinandogli la costruzione di una chiesa) e la neve segna il perimetro di un edificio che sarà Santa Maria Maggiore. Una delle più grandi chiese della cristianità.
Molto molto più piccoli i santuari in Diocesi di Como attribuiti alla Madonna della Neve: quello di  Cucciago (CO) iniziato nel 1733, ma sicuramente ha un’origine antica; piccolissimo quello di Vercana (CO) costruito dal 1630. Conserva affreschi e un antico organo; c’è quello di Pianello del Lario (CO)  e quello di Pusiano CO. È un piccolo santuario con una festa popolarissima (il 5 agosto) che coinvolge case,  paese, barche e lago che vengono illuminati con i tradizionali "lumit e balunit"; pranzi all'aperto e fuochi d'artificio.

Una ricognizione nelle vite della gente comune del Regno Lombardo-Veneto tra 1818 e 1862, basata sui verbali dei processi inquisitori, custoditi presso l’Archivio di Stato di Como. Storie tanto lontane nel tempo, ma che appaiono ancor oggi molto vicine.