ICOM_359. ICOMOGRAFIE: Socialità. “Fare la vasca” a Como

 

iCOMOgrafie. Via Vittorio Emanuele II: da sempre l'arteria pedonale più frequentata

La “Vasca”: datarla – a Como – è difficile e per trovarla fissata nelle immagini si risale al secondo dopoguerra. È stata un segno di emancipazione, soprattutto giovanile e in particolar modo degli studenti liberi, all’ora del tramonto, da impegni di studio.

La via Vittorio Emanuele II, principale strada della città, vetrina dei commerci e ininterrotta serie di attività d’ogni genere (e nel tempo sempre più raffinate), accoglie decine di ragazzi e ragazze che s’incontrano fuori dai controlli delle famiglie, degli insegnanti, dei preti.

L’abitudine si definisce senz’altro dopo l’eliminazione delle rotaie del tram. È – per oltre un trentennio – dagli anni Cinquanta alla metà degli Ottanta – un appuntamento fisso, quotidiano, feriale e, nel lessico giovanile, diviene luogo privilegiato, obbligatorio, esclusivo degli incontri. Zona franca, si potrebbe azzardare, talmente centrale e controllabile da essere – paradossalmente – la più libera della città.

Il rito è comune a molte località italiane: chiamata altrove “passeggio” o “struscio”, a Como – forse per la struttura chiusa e breve della strada – è detta “vasca” anche per quel camminare ossessivo avanti e indietro dei passeggiatori. Dalla piazza del Duomo su fino al cartello stradale (al limite del cosiddetto incrocio di Quadra: via Vittorio Emanuele II con via Indipendenza) che segna il punto di ritorno.

Incontri, scambi, discussioni, liti e persino amori si son moltiplicati tra le vetrine illuminate, ma senza molto interessare i bar del percorso. Decine e decine i frequentatori abituali, molti abitanti del centro, ma anche dai borghi e dalle periferie. Nel 1971 Como sfiora i 100 mila abitanti; poi il calo fino agli 85 mila. La città murata perde molti residenti; le scuole superiori si allontanano dal centro e la “Vasca” non ha più richiamo né interesse per i giovani. Il Liceo Volta – tuttavia –mantiene a lungo il nome “La Vasca” come testata del proprio periodico studentesco.

Titolo: La “Vasca”
Autore: Enzo Pifferi
Soggetto: Veduta di via Vittorio Emanuele II
Data: 1970 ca
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Archivio NodoLibri

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui