ICOM_349. ICOMOGRAFIE: Infrastrutture. L’autostrada A9

 

iCOMOgrafie.  Realizzata per unire Milano ai laghi pedemontani; nel 1971 si completa l'arteria col tronco "Grandate-Brogeda"

Como – è assodato – si offre a viaggiatori e turisti come città dai panorami mozzafiato e dai mille scorci suggestivi; proprio a motivo di questa invidiabile localizzazione geografica, neppure l’arteria autostradale che ne lambisce il territorio avrebbe mai potuto “sottrarsi” a questo primato visivo. Alta sui fianchi delle colline occidentali – tra viadotti arditi e brevi trafori nella roccia (presso Monte Olimpino) – l’autostrada A9 prende infatti congedo dal territorio italiano regalando una spettacolare veduta su Como e il primo bacino del Lario lungo gli ultimi chilometri d’asfalto prima della dogana di Brogeda e del confine elvetico.

La significativa immagine scattata dal fotografo Cornelio Beretta illustra le fasi conclusive della realizzazione del manto stradale sopra uno dei numerosi viadotti della nuova bretella autostradale che, dalla barriera di esazione di Grandate, permette (dal dicembre 1971) di raggiungere la Svizzera  senza abbandonare la rete autostradale (connessione con la panoramica autostrada A2, terminata nel 1955, e con la galleria del San Gottardo, a partire dal 1980). Un’infrastruttura che avvicina maggiormente Como all’Europa e contribuisce a sgravare la città dall’insostenibile mole di traffico che si riversava sulla viabilità locale.

L’Autostrada dei Laghi si compone di tre segmenti, classificati come A8, A9 e A8/A26. Il 21 settembre del 1924 viene inaugurato a Lainate il primo tratto, da Milano a Varese, che costituisce – di fatto – la prima autostrada a pedaggio realizzata al mondo. Il viaggio inaugurale è compiuto da una vettura con a bordo Vittorio Emanuele III, accompagnato dal progettista, l'ingegnere Piero Puricelli, conte di Lomnago. Un cronista d'epoca al seguito del corteo reale annota, coloritamente: “Viaggio attraentissimo su un cemento liscio come un parquet, senza callaie insidiose o ciclisti o simili da mandare all’altro mondo”. Meno di un anno dopo, il 28 giugno 1925, è inaugurato il tratto “lariano”, da Lainate a Como.

Titolo: Viadotto “Val Fresca”
Autore: Cornelio Beretta
Soggetto: Realizzazione del tronco terminale (“Grandate-Brogeda”) dell’autostrada A9
Data: 1970 circa
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Istituto di Storia Contemporanea “Pier Amato Perretta”

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui