ICOM_343. ICOMOGRAFIE: Commercio. I negozi storici di Como

 

iCOMOgrafie. Negozi a Como: vendita di prodotti, ma anche punto d’incontro e di scambio

La città di Como – come tutti i capoluoghi di provincia – è ricca d'offerte commerciali. È pure città portuale, di trasporto merci; dotata di ben due scali ferroviari; è città di frontiera. L'attività delle botteghe (dunque della vendita) è spesso legata a quella produttiva, artigianale.

I portici (ora del tutto scomparsi) sono parte integrata del sistema commerciale; sono vetrina all’aperto (ma protettiva) dei prodotti esposti; sono richiamo per gli acquirenti; sono –  spesso –  ingresso dell’abitazione del commerciante-artigiano, che risiede nel retrobottega o, preferibilmente, al piano superiore. Tale sistema, in alcuni casi, s’è mantenuto fino agli anni Sessanta del Novecento.

Nei secoli, sempre, i negozi sono stati il luogo di scoperta delle novità, delle materie prime e lavorate, del confronto tra attività simili (la strada degli orefici, quella dei falegnami, l’altra dei panettieri ecc.), ma anche di incontro tra le persone. Se di “politica” parlavano gli avventori nelle osterie (dove era vietato e controllato), di “vita sociale” parlavano le donne (padrone, cameriere o serve), che frequentavano i postai o pizzicagnoli, i droghieri, i macellai, poi le latterie, le pasticcierie, i fruttivendoli e tutto l’insieme dei fornitori per la casa.
I documenti antichi riportano lunghi elenchi di attività commerciali che poi, via via, diventano negozi qualificati e specialistici, che si ricordano nella storia recente.

Antico è Sommaruga (via Vittorio Emanuele II), attivo dai primi decenni dell’Ottocento, sempre della stessa famiglia. Tanti altri sono stati aperti e chiusi nei decenni, come la Merceria Capitanio (anche abbigliamento militare), la Cappelleria Rossini, la Drogheria Conti, la Passamaneria Rho, la Coltelleria Riccadonna, il Brumana, Rainoldi, Jole Pinzi, Tadini Lambertenghi, L’Onestissima, il Bottegone, La Campana, la Latteria Bolla e centinaia d’altri come Baragiola e Zeppi e Fratelli Marzorati. Con bar, caffè, farmacie l’insieme compone un variegato mondo ricco di merci, scambi, storie e umanità.

Titolo: Merceria Capitanio
Autore Non identificato
Soggetto: Il negozio Capitanio in via Milano
Data: 1960 circa
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Archivio Carlo Fatrizio

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui