ICOM_328. ICOMOGRAFIE: Assistenza. Le case di riposo

 

iCOMOgrafie. Ca’ d’Industria: una lunga tradizione, ben radicata sul territorio

Alla fine del Settecento, nel quadro della generale modernizzazione di quelli che con terminologia moderna si definirebbero “servizi pubblici”, la città di Como si dota di enti assistenziali rivolti al sostentamento delle persone “espulse dal sistema produttivo” in occasione delle ricorrenti crisi, in particolare del settore tessile.

I primi progetti a tal fine risalgono al 1797, ma le diverse proposte segnano il passo ancora per i primi anni del XIX secolo, fino al 1817: nasce così la Ca’ d’Industria, che proprio a questa sua caratteristica originaria deve il suo nome, nel senso appunto di un’attività, sostitutiva dell’originario impiego industriale, somministrata dall’ente pubblico.

L’originaria definizione di “casa di ricovero e di industria” si riduce poi, col passare del tempo, solo alla prima metà degli obiettivi statutari, nonostante che nel nome resti solo la seconda, configurandosi alla fine l’ente come fornitore di un “ricovero” destinato alle persone non più in grado di sostentarsi autonomamente col proprio lavoro, non per ragioni economiche ma, soprattutto, per problemi sanitari o per limiti di età.

La Ca’ d’Industria ha guadagnato, in questi duecento anni di esistenza, un ruolo centrale nel sistema assistenziale comasco (ricco, comunque di altre numerose iniziative, in città e nel territorio), sempre sostenuto da uno sforzo di aggiornamento, con il continuo ampliamento di edifici e servizi (la grande sede di Rebbio è stata inaugurata 1982). Il cuore continua a essere la storica sede nell’ex convento di San Giuliano, recentemente restaurata, che fa da sfondo a numerose immagini di documentazione scattate, all’inizio del Novecento, con intento promozionale straordinariamente moderno.

Titolo: Dormitorio della Ca’ d’Industria
Autore: Riccardo Piatti
Soggetto: Veduta di una camerata nell’ex convento di San Giuliano
Data: 1905 ca
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Archivio Ca’ d’Industria Como

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui