ICOM_280. ICOMOGRAFIE: Sport. Giro di Lombardia e Como, connubio indissolubile


iCOMOgrafie. Cinquanta anni fa la fuga vincente di Bitossi nell'ultima "classica monumento" stagionale

Il Giro di Lombardia (in programma oggi da Bergamo a Como) raggiunge la sua 111^ edizione. Chiamata anche “classica delle foglie morte” (in memoria di periodi decisamente più brumosi degli odierni), da sempre vede tra i partenti nomi di spicco del ciclismo internazionale.

La gara in linea chiude tradizionalmente il quintetto delle cosiddette “classiche monumento”, in compagnia di “Milano-Sanremo”, “Giro delle Fiandre”, “Parigi-Roubaix”, “Liegi-Bastogne-Liegi”. Sei volte arrivo di tappa del Giro d’Italia e numerose volte arrivo de “Il Lombardia”, Como lega da sempre il suo nome, e le sue panoramiche strade, a questa manifestazione ciclistica.

Il tracciato è cambiato molte volte nel corso degli anni, anche se il suo simbolo continua a rimanere il Ghisallo, famosissima salita (inserita nel 1919), che parte da Bellagio, per arrivare all'omonima chiesetta della Madonna del Ghisallo, protettrice dei ciclisti. Altri tratti probanti e spettacolari sono il temibile “muro di Sormano”, la salita di Civiglio e l'asperità finale della Valfresca, presso San Fermo della Battaglia, decisiva in quanto posta a pochi chilometri dal traguardo.

Torniamo al bianco e nero col Giro di Lombardia 1967, 61^ edizione della corsa, disputata il 21 ottobre. La fotografia ci riporta alle fasi finali della gara, sullo splendido velodromo dello stadio Sinigaglia, dove la vittoria arride a Franco Bitossi, giunto al traguardo dopo quasi 7 ore di corsa; il corridore precede un troppo attendista Felice Gimondi e il francese Raymond Poulidor; solo sesto il campione belga Eddy Merckx.

Le cronache giornalistiche riferiscono di una giornata umida e nebbiosa, in cui prendono il via da Milano 90 ciclisti, ma solo 25 di essi riescono a coprire tutti i 266 km del percorso. Bitossi, pur gravato da problemi di aritmia cardiaca che lo costringono a una sosta a bordo strada prima delle salite della Valle d’Intelvi, ha dunque la meglio dopo una coraggiosa fuga di 65 km. Un ciclismo eroico; non senza ombre di doping.

Video d’epoca della corsa:

Titolo: Giro di Lombardia 1967
Autore: Non identificato
Soggetto: Franco Bitossi sul velodromo
Data: 21 ottobre 1967
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Rivista “Como”, Archivio NodoLibri 

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui