ICOM_272. ICOMOGRAFIE: Alberghi. Grand Hotel Tremezzo, turismo e tradizione


iCOMOgrafie. Ai vertici della tradizione dell'accoglienza turistica di alta classe

Inaugurato il 10 luglio 1910, il Grand Hotel Tremezzo deve la sua nascita a un bellagino, Enea Gandola, che dopo aver girato in lungo e in largo l’Europa (e aver anche gestito un altro albergo a Tremezzo, il Bazzoni) decide di realizzare sul Lario un albergo all’altezza delle esigenze del turismo di alta classe che ormai, nella Belle Epoque, è diventato un fenomeno piuttosto esteso.

L’albergo è quindi fin dall’origine un “Grand Hotel”, sia nel senso delle dimensioni, sia in quello del livello dei servizi offerti. Non è il primo sul lago (precedono, tra gli altri, il Villa d’Este, il Plinius, il Serbelloni), ma è certo uno tra i più espliciti nel progetto.

Edificato su un terreno attiguo al parco di Villa Carlotta, dove già era la villa Poncetta, in una posizione paesaggisticamente fortunatissima, l’albergo viene realizzato secondo un modello architettonico piuttosto tradizionale, in cui le grandi dimensioni sono contemperate dall’arretramento rispetto alla strada e dalla monumentalità delle scalinate che raggiungono il piano principale. Autore del progetto è l’ingegner Costantino Ferrario, esecutrice la ditta dei capomastri Cetti e Tagliasacchi. Nei nuovi ambienti vi vengono profuse decorazioni alla moda.

Dopo i problemi legati alla prima guerra mondiale (durante la quale l’albergo viene adattato a ospedale militare), l’albergo viene ampliato all’inizio degli anni Venti e conosce una nuova stagione di successi nel seguente decennio: nel 1932 lega la sua fama al film Grand Hotel, in piccola parte girato in loco, in cui Greta Garbo pronuncia la fatidica frase «Andremo a Tremezzo e sarà divino». Dopo quasi 110 anni dall’apertura, il Grand Hotel Tremezzo continua a incarnare la tradizione della grande accoglienza turistica.

Titolo: Lago di Como - Grand Hotel Tremezzo
Autore: Non identificato
Data: 1910-1915
Soggetto: L'albergo visto dal lago con gli edifici vicini
Tipologia: Cartolina
Provenienza: Archivio NodoLibri 

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui