ICOM_271. ICOMOGRAFIE: Luoghi. Villa Melzi a Bellagio


iCOMOgrafie. Un grandioso complesso architettonico che si specchia nelle acque

“Nel suo aspetto semplice e classico la villa si rispecchia nelle onde del lago coi suoi balaustri marmorei, cinta di palmizi e di fiori. Come un’oasi di oriente la circonda. Tutto lo splendore della vegetazione dei climi meridionali, e la più delicata flora che sboccia sotto tepidi cieli la recinge in un magico anello di profumi e colori. Rifugio di pace per l’anima travagliata di quel grande politico che fu Francesco Melzi, essa serba, nella suprema eleganza della sua linea architettonica, l’impronta di quella grandiosità imperiale tra la quale visse l’amico di Napoleone ...”.

La descrizione di inizio Novecento coglie perfettamente l’intreccio essenziale tra arte, natura e storia su cui si fonda Villa Melzi a Bellagio. Di questa sottile dialettica, la villa incarna nella sua immagine “pubblica” la variante più austera, con la sua mole nitida e chiara, disegnata da Giocondo Albertolli (1743-1839), docente all’Accademia di Brera e teorico del Neoclassico.

Ma l’interno è ricchissimo (e intatto), realizzato grazie alla collaborazione di un nutrito gruppo di artisti di primo piano, da Andrea Appiani a Giuseppe Bossi, e i giardini intorno rigogliosi (e magnificamente mantenuti), per quanto rigorosamente articolati nel progetto originario di Luigi Villoresi.

Il complesso si dispone grandiosamente lungo la riva, con uno spiccato carattere di promenade architecturale, dall’ingresso dal borgo, all’arancera-museo, alla villa principale, fino all’uscita verso Loppia, dove la cappella gentilizia, pure progettata in stile neoclassico, accoglie un complesso di sculture di grande interesse, con la pala d’altare di Giovan Battista Comolli e il monumento funebre del duca Lodovico Melzi d’Eril, autentico capolavoro di Vincenzo Vela (1890).

Titolo: Lago di Como - Bellagio - Villa Melzi
Autore: Brunner & C.
Data: 1930-1935
Soggetto: La villa vista dal lago
Tipologia: Cartolina
Provenienza: Archivio NodoLibri

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui