ICOM_253. ICOMOGRAFIE: Storia. Edifici: la Porta “pretoria”


iCOMOgrafie. Federico Frigerio disegna la Porta Pretoria di Como

Nel 1914, durante gli scavi per la realizzazione di una nuova ala del palazzo degli studi in via Cesare Cantù (quella che sarebbe diventata sede dell’Istituto Tecnico e poi della scuola media Parini), vengono alla luce imponenti resti di epoca romana: si tratta di un ingresso attraverso le mura, composto da due arcate affiancate da due torri a base ottagonale. Il complesso viene subito denominato Porta Pretoria: anche se tale denominazione è tuttora oggetto di discussione dal punto di vista strettamente tecnico, è indubbio che essa rappresenta l’ingresso principale a Novum Comum (da e verso Mediolanum / Milano) e quindi il nome non è scorretto.

Il complesso è di epoca imperiale, e viene probabilmente aggiunto al lato meridionale delle mura cesariane (realizzate subito dopo la fondazione di Novum Comum nel 59 a.C.) nel tardo III secolo d.C., proprio con l’intento di rendere monumentale l’accesso al principale insediamento urbano del territorio. I resti, conservati in altezza per circa 3 metri, mostrano comunque una serie di adattamenti posteriori, tra cui l’apertura di un passaggio pedonale nella torre di sinistra e il continuo innalzamento del suolo nel passaggio carraio. Più recenti scavi, condotti con le nuove metodologie stratigrafiche negli anni Ottanta, hanno permesso di precisare il contesto insediativo circostante, con il riconoscimento di edifici civili addossati alle mura.

L’immagine della Porta Pretoria è però stabilmente consegnata all’ipotesi ricostruttiva disegnata dall’architetto Federico Frigerio negli anni Trenta, ispirata dal confronto con esempi più o meno coevi in altre città italiane, e condotta con una certa libertà: nelle due torri merlate, nella decorazione della loggia soprastante i due archi non è difficile riconoscere gli echi delle porte di Spello e di Fano.

Titolo: Porta pretoria
Autore: Federico Frigerio
Soggetto: Ipotesi di restituzione stilistica della porta romana di Novum Comum
Data: 1934
Tipologia: Disegno a penna
Provenienza: Archivio Frigerio - Como

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui