ICOM_236. ICOMOGRAFIE: Costume. Da Vespasiano al nulla


iCOMOgrafie. A Como, come in altre città, si diffondono i vespasiani: necessari, ma non belli

Vespasiano imperatore (23-79) dà loro il nome (vespasiani) e si pensa che li abbia inventati. Invece no; li ha tassati, perché ogni attività umana (anche le più naturali come la minzione) ha un costo. I romani (come mostrano gli scavi di Pompei) conoscevano il problema della pubblica igiene e soprattutto della manutenzione degli apparati necessari a svolgerne le funzioni.

Dunque, gli orinatoi (nome meno poetico) ovvero gli “apparecchi sanitari specifici per la minzione” sono pensati per i maschi, ma ve ne sono alcuni adatti (o adattabili) per le femmine.

Per i romani avevano forma di stanza comune (le latrine), disposte lungo i principali percorsi cittadini; nei secoli seguenti si avvicinano – spesso entrano – nelle case e dunque sono assegnate agli abitanti di quegli edifici (più riservatezza, meno igiene). Poi si passa a secchi, pappagalli, seggette, comode e comodini…

Rimane l’incontrollabilità della natura umana che richiede – talvolta, anche spesso – di provvedere ai bisogni corporali. Già nei primi decenni dell’Ottocento (merito di tecnologia e fisica) si diffondono nuove e più igieniche apparecchiature, pubbliche.

L’attenzione è soprattutto rivolta ai maschi (le femmine s’arrangiano in casa), che usano esercizi pubblici, club, luoghi di spettacolo o d’incontro. Anche a Como i vespasiani sono collocati in diversi punti della città (le foto li documentano). Nel Novecento sono numerosi e molto in vista: presso la Porta della Rana (nel bel mezzo del mercato), in diverse strade come sotto la Torre di San Vitale: nel traffico veicolare e pedonale (ma vicino al mercato del viale), una vera comodità. Si tenta persino, negli anni Novanta, di collocare un vespasiano tecnologicamente avanzato ai giardini di viale Varese (semiautomatico), ma dura poco. Scarsa manutenzione e vandalismi e pure una piccola “tassa” per l’ingresso. Come con Vespasiano imperatore.

Titolo: Como. Torre di San Vitale con vespasiano
Autore: Non identificato
Soggetto: Orinatoio pubblico
Data: 1970 circa
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Archivio Enzo Pifferi

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui