ICOM_223. ICOMOGRAFIE: Lavoro. La tintoria Huth


iCOMOgrafie. Una rara fotografia d'interni

Tra le rarissime immagini interne di fabbriche tessili comasche dell’Ottocento c’è una piccola serie di fotografie scattate nella tintoria Huth da Riccardo Piatti, uno dei più accreditati professionisti locali tra XIX e XX secolo.

Il grande stabilimento di proprietà di Pietro Huth sorge in prossimità di piazza Castello (ora piazza del Popolo), tra le attuali vie Rezzonico, Brambilla e Maurizio Monti; è uno dei principali insediamenti industriali della città, uno dei pochi collocati a oriente, alle falde del monte di Brunate (quasi tutti sorgono infatti sulle rive del Cosia, a meridione o a occidente del centro storico). Gli edifici vengono demoliti già nei primi decenni del Novecento, e su quell’area sorgeranno la Casa del Fascio di Giuseppe Terragni e la Casa fascista dei Lavoratori di Cesare Cattaneo, Pietro Lingeri e Luigi Origoni, oltre a molte residenze.

L’immagine documenta con accuratezza una fase della tintura in barca, con le matasse di filo appese a travetti passanti per essere immerse nelle barche di tintura. Gli operai sono in posa (i tempi di scatto della fotografia ottocentesca non permettono, negli interni, la realizzazione di “istantanee”), tanto che alcuni guardano esplicitamente in macchina, ma il disordinato affastellarsi delle vasche e dei lavoranti garantisce che non c’è stato lavoro di “allestimento” del set. Ai pilastrini in ghisa che reggono le falde del tetto disposte “a shed” – da cui proviene la luce diffusa dall’alto – sono agganciati i tubi che distribuiscono in pressione l’acqua, essenziale per le lavorazioni. In un angolo, in fondo a sinistra, un gruppetto di persone vestite elegantemente testimonia la presenza della dirigenza dello stabilimento, arrivata a sorvegliare il lavoro degli operai e quello del fotografo.

Titolo: Tintura in barche alla tintoria Huth
Autore: Riccardo Piatti
Soggetto: Veduta dell'interno dello stabilimento Huth
Data: 1880-1890 ca
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Museo didattico della Seta di Como

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui