ICOM_220. ICOMOGRAFIE: Calamità. Alluvione di Gera Lario


iCOMOgrafie. Il disastroso episodio dell'8 agosto 1951: sempre l'uomo contro la natura?

8 agosto 1951, Gera Lario; un torrente in piena, un paese quasi distrutto, diciassette le vittime. Non è facile individuare le cause del disastro se non – come ha fatto l’ingegner Ugo Carniti (che perde madre e fratello nell’alluvione) – ripercorrendo storicamente il tracciato del torrente San Vincenzo, straripato solo sulla sinistra travolgendo tutto, lasciando quasi intatta la parte destra, chiesa parrocchiale compresa.

Carniti suppone che sia stato lo sfruttamento delle acque – per fornire l’energia necessaria al funzionamento dei numerosi mulini – a determinare interventi sull’alveo del torrente, fino a quando la furia delle acque riprende il suo corso originale.

Cosi riporta Gianpiero Riva [Gera Lario 8 agosto 1951, Lariologo] nel lungo e documentato racconto di quei giorni.

Piove. Nebbia e nubi cariche di pioggia. Un agosto non consueto che mette preoccupazione, ma non fa presagire il peggio. Poi qualcuno, osservando la scena dal monte (zone di Montemezzo e Trezzone), vede crescere la piena, che precipita verso il lago trascinando massi di diverse tonnellate di peso. Una furia quasi improvvisa, che spazza tutto e distrugge. Acqua e fango invadono le case, eppure non tutti accettano di abbandonare le proprie cose; sperano sempre che tutto passi.

È dopo mezzogiorno (dalle 13.30 alle 14); le campane suonano a martello (segnale antico e terrificante), ma in pochi minuti molte case di Gera Lario quasi spariscono, inghiottite dal fango e sepolte da cumuli di macerie.

Nel silenzio che segue alla tragedia scatta immediatamente la solidarietà umana. Poi quella civile, di tutta la comunità del Lario e di altre province. Anche la Pontificia Commissione di Assistenza e il Governo destinano fondi. La stampa nazionale dà gran peso al tragico evento di cui, comunque, non si fisseranno mai con precisione le cause.

Titolo: Gera Lario. Dopo l’alluvione
Autore: Non identificato
Soggetto: Popolazione e tecnici osservano il disastro
Data: 8 agosto 1951
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Archivio comunale di Gera Lario

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui