ICOM_214. ICOMOGRAFIE: Anniversari. Strage di Bologna


iCOMOgrafie. Un dolore mai sopito; mai dimenticato

Per leggere la storia di quei giorni è possibile scaricare gratuitamente l'e-book:
Gerardo Monizza, 2 Agosto 1980. Bologna Como. Diario doloroso

Il 3 agosto 1980 la città di Como si ferma improvvisamente. Le notizie che provengono da Bologna si precisano e, in poche ore, i comaschi si rendono conto che la strage, avvenuta alla stazione di Bologna alle 10.25 di sabato 2, sta per coinvolgerli.

Tra le ottantacinque vittime (non ancora tutte ritrovate, né riconosciute) vi sono tre comaschi: Carlo Mauri, la moglie Annamaria Bosio e il loro figlio Luca, di 6 anni.
La famiglia Mauri non avrebbe dovuto essere su quel treno fermo al binario 1, ma già arrivata in Puglia per le vacanze estive. Un guasto meccanico l’avrebbe fermata a Bologna.

L'incomprensibile tragedia immediatamente trasforma una città deserta (le ferie di massa iniziano proprio in quei giorni) in una comunità di persone sensibili, alla ricerca di notizie, incredula.
I Mauri e i Bosio sono famiglie molto note nel centro storico e tanti amici, parenti e cittadini vogliono portare la loro solidarietà ai familiari rimasti a Como.

Anche il Municipio si attiva e con il sindaco Antonio Spallino, in accordo con il prevosto della basilica di San Fedele, Angelo Dolcini, parte da Como una delegazione per il riconoscimento e il trasporto delle salme.
La sera di lunedì 4 agosto, verso mezzanotte, il corteo funebre rientra in città. Da San Rocco, per tutta la via Milano, dentro la città murata e fino alla chiesa non si possono contare le persone che attendono l’arrivo dei tre carri. Sono da ore al caldo, in piedi, ferme e in assoluto silenzio.

In piazza San Fedele, con fatica, il corteo si apre un varco tra la folla fino al portone della chiesa. Quel che colpisce è l’assoluta mancanza di rumori. Una scena che rimarrà nel ricordo di migliaia di persone, insieme all’immagine di quell’orologio fissato, drammaticamente, sulle 10.25.

Titolo: Bologna Como
Autore: Studio Nodo
Soggetto: Manifesto in ricordo delle vittime nel primo anniversario dell'attentato
Data: 1981
Tipologia: Manifesto
Provenienza: Archivio NodoLibri

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui