ICOM_203. ICOMOGRAFIE: Cultura. Il Circolo del Cinema a Como

 
iCOMOgrafie. Il Circolo del Cinema a Como (1950-1960) porta film mai visti che faranno la storia del cinema

È il 5 maggio 1950 e, a Como, il notaio Luzzani ratifica la costituzione del “Circolo del Cinema di Como” (aderente alla FICC, Federazione Italiana dei Circoli del Cinema). Cinque i soci fondatori: Luigi Lampredi, Morando Morandini, Giorgio Mottana, Mariano Saldarini e Antonio Spallino.

Morandini (1925-2015) è l’unico del gruppo vero appassionato ed esperto di cinema (diverrà critico celebre; suo il Morandini, guida ai film). Il Circolo inizia le proiezioni al cinema Araldo di via Rezzonico (poi Embassy che, 25 anni dopo, ospiterà i Mercoledì del Cinema), con Breve incontro (film del 1945), cui seguono una dozzina tra lungometraggi e documentari. Sono già i “classici” del cinema, scelti per un pubblico attento, curioso, ancora inconsapevole della qualità della produzione nazionale e internazionale che la programmazione cittadina non sa – né può – offrire.

L’esperienza della prima serie è un successo che si ripete all’apertura della nuova stagione, lo stesso 1950, in ottobre con Dies Irae (1943) di Dreyer e altri trenta film, fino a giugno 1951.

Il Circolo, dall’Araldo si trasferisce nella sala della comunità di San Filippo (l’Oratorio maschile condotto dai Padri Barnabiti molto attento al dialogo, alla cultura, al confronto tra i giovani, in via Dante angolo via Ferrari)), un punto di riferimento per le nuove generazioni non solo cattoliche.

In seguito, Morandini – giornalista professionista – si trasferisce a Milano, lasciando la conduzione ai giovanissimi Gian Piero dell’Acqua e Alberto Longatti. L’attività al San Filippo è continua e coinvolgente, ma subisce una battuta di arresto a causa del film Le diable au corps (1947) di Autant-Lara. La censura blocca le proiezioni (è giudicato immorale e segnalato E, escluso dal Centro Cattolico Cinematografico) perciò non proiettabile in una sala cattolica. Sarà ospitato dal Cinema Gloria (via Varesina) con grande successo, poi ripetuto da Cronaca di un amore (1950) di Antonioni. L’attività del Circolo dura fino al 1960.

Titolo: Como. Centro Culturale San Filippo
Autore: Foto Pesenti
Soggetto: Il cortile del Centro con l’ingresso al cinema
Data: 1980 circa
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Archivio NodoLibri

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui