ICOM_182. ICOMOGRAFIE: Lavoro. Sviluppo della tintoria nel Comasco

 
iCOMOgrafie. La Saba Frontini, poi Tintoria Comense e infine Ticosa

Nello sviluppo ottocentesco del tessile comasco da manifattura a vera e propria industria, il settore della tintoria svolge un ruolo del tutto particolare. È infatti il primo settore ad acquisire una valenza propriamente industriale (qualche anno prima delle più note tessiture) e ciò in virtù di un preciso progetto imprenditoriale, che individua nella fase della “colorazione” delle sete una delle carenze più gravi della filiera tessile comasca, soprattutto in confronto ai più avanzati concorrenti lionesi, e che perciò individua questa stessa fase come un ambito di grandissimo futuro.

I primi a mettere in pratica questo progetto sono alcuni imprenditori milanesi, che si trasferiscono a Como con tale obiettivo: colmare una mancanza nella produzione serica e, quindi, trarre un cospicuo utile da questi investimenti. Anche se l’affermazione del settore della tintostamperia non sarà né rapido né lineare, bisogna riconoscere a questi primi imprenditori una non comune capacità di guardare lontano, visto che proprio sulla capacità di arricchire il tessuto di colori e figure Como costruirà, nel corso del Novecento, la sua fama di “città della seta”.

Non stupisce quindi che la nascita della prima tintoria moderna di Como, la Saba Frontini, che diventerà poi Tintoria Comense e dopo ancora Ticosa, sia stata celebrata nel 1868 con un inconsueto “ritratto” dipinto, commissionato dagli imprenditori a Gaetano Fasanotti, affermato paesaggista, in genere intento a ritrarre le bellezze naturali e qui invece attratto da quelle artificiali. In primo piano il Cosia, fonte di approvvigionamente dell’acqua indispensabile ai processi produttivi (e anche comodo luogo di scarico dei rifiuti delle lavorazioni), sullo sfondo il Monte Croce; fuori dall’inquadratura resta l’attigua basilica di Sant’Abbondio: forse un riferimento troppo esplicito al passato avrebbe guastato questo inno figurativo alla modernità.

Titolo: Lo stabilimento Saba Frontini
Autore: Gaetano Fasanotti
Soggetto: Veduta dell’insediamento industriale a lato del torrente Cosia
Data: 1868
Tipologia: Dipinto a olio su cartone
Provenienza: Collezione privata

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui