ICOM_179. ICOMOGRAFIE: Tracciati. Ferrovia di Valmorea

 
iCOMOgrafie. Espansione, decrescita, chiusura; poi una (parziale) rinascita turistica

Unisce (o meglio, univa) Italia e Svizzera, attraversando le province di Varese e di Como per sconfinare – infine – in Ticino: è la descrizione sintetica della linea ferroviaria della Valmorea, opera ingegneristica di assoluto interesse anche grazie al suo suggestivo percorso, che si snoda per buona parte in un territorio caratterizzato da una forte valenza naturalistica, in cui il fiume Olona e la sua verdeggiante vallata giocano un ruolo di rilievo.

La sua genesi trova però motivo – come quasi ogni linea ferrata – da esigenze prettamente pratiche e trasportistiche, nell’ottica cioè della agevolazione dello scambio di merci (anche in virtù delle numerose fabbriche – soprattutto cartiere – in territorio varesino) e del movimento di viaggiatori tramite nuove e sicure vie di comunicazione.

Il primo tratto, da Castellanza a Cairate, è aperto il 18 luglio 1904. Il 31 dicembre 1916 si inaugurata la tratta fino a Malnate, in seguito i binari raggiungono Valmorea, in territorio comasco. L'esercizio della linea, nel frattempo, passa dalla “Società Anonima per la Ferrovia Novara-Seregno” (FNS) alle Ferrovie Nord Milano.

La tratta finale Valmorea-Mendrisio apre al traffico il 28 giugno 1926, conferendo all'intera linea la funzione di importante via di comunicazione internazionale. Nel 1952, il servizio passeggeri è soppresso, ma resta attivo quello merci; tuttavia, la crisi delle aziende della valle del fiume Olona porta alla chiusura, nel luglio 1977, dell'intera linea.

Nel 1990 inizia un progetto di recupero a fini turistici a opera del Club del San Gottardo, che porta – tra 1995 e 2007 – al ripristino del tronco Cantello-Malnate. Problemi burocratici transfrontalieri stanno attualmente rendendo difficoltoso anche il mero esercizio turistico della linea.

Titolo: Ferrovia di Valmorea
Autore: Alberto Coduri
Soggetto: Treno a vapore turistico presso il ponte sul torrente Lanza
Data: 2007
Tipologia: Dipinto a olio
Provenienza: Collezione Club del San Gottardo

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui