ICOM_169. ICOMOGRAFIE: Edifici. Restauri del palazzo vescovile

 
iCOMOgrafie. Nel giugno 1945 l'inaugurazione col cardinale Schuster

La visita a Como dell’arcivescovo di Milano, cardinale Ildefonso Schuster, per l’incoronazione del Crocifisso taumaturgo, il 17 giugno 1945, è anche l’occasione per inaugurare ufficialmente i restauri del palazzo vescovile, iniziati già negli anni Venti, con il vescovo Adolfo Pagani, ripresi e condotti con maggiore vigore negli anni Trenta, con il vescovo Alessandro Macchi, e già conclusi nel 1940 con l’ultimazione della facciata, datata sotto la loggia con una grande iscrizione “MCMXL”.

I lavori, condotti sotto la direzione dell’architetto Federico Frigerio, comportano una generale sistemazione dei vari ambienti, la valorizzazione di molti resti antichi (tra questi, particolarmente importante è la riscoperta della facciata medioevale interna al cortile, forse in parte risalente all’originario edificio dell’XI secolo, e del sacello polilobato, forse addirittura risalente all’Alto Medioevo), la modernizzazione dei servizi.

Particolarmente impegnativa è la sostituzione dell’austera facciata neoclassica del 1820 con un nuovo prospetto, in stile neomanierista, caratterizzato dalla grande loggia a tre archi e dell’elaborato portale barocco con un’elegante rostra in ferro battuto. Per questa porzione, l’architetto propone inizialmente ben quattro varianti con differenti citazioni storicistiche, dal rinascimentale, al neoclassico, al barocco iuvarriano, oltre a quella manierista poi preferita.

È dalla loggia, assai poco utilizzata nei decenni seguenti, che nel giugno 1945 il cardinale Schuster assiste alla processione che riconduce il Crocifisso nel Santuario, e benedice la folla acclamante.

Titolo: Il cardinale Schuster in Vescovado
Autore: Anonimo
Soggetto: Il cardinale Ildefonso Schuster con il vescovo Alessandro Macchi (a sinistra) e il nunzio apostolico Ritter (a destra) nel cortile del Vescovado
Data: 17 giugno 1945
Tipologia: Fotografia
Provenienza: "Bollettino Ecclesiastico Ufficiale", agosto 1945

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui