ICOM_146. ICOMOGRAFIE: Percorsi. La Strada Regina da Menaggio a Sorico

 
iCOMOgrafie. Scorci suggestivi, natura, storia e arte

Uscendo da Menaggio verso nord, la Strada Regina incontra Nobiallo, antico nucleo dove si riconoscono ancora interessanti elementi antichi. Lo sperone roccioso del Sasso Rancio si supera oggi con una galleria.

La Gaeta è una scenografica villa neomedioevale che sorge su un promontorio, cui segue poi un ampio pianoro. Si raggiunge poi il comune di San Siro, costituito con la riunificazione di due territori comunali preesistenti. A Santa Maria Rezzonico si trova un’interessante fortezza di epoca tardoromana.

Si entra poi nel territorio delle Tre Pievi superiori del Lario. Cremia e Pianello conservano antiche chiese e interessanti nuclei abitati; Musso è dominata dallo sperone del Sasso omonimo, che si supera in galleria, mentre l’antica strada risale la montagna, attraversando ciò che resta del Giardino del Merlo, singolare parco mediterraneo in riva al Lario.

Si giunge poi a Dongo, importante centro manifatturiero e industriale già in epoca antica, con il signorile Palazzo Manzi e l’importante santuario della Madonna delle Lacrime. Da qui si passa Consiglio di Rumo e poi a Gravedona, che dell’Alto Lario è il centro principale, ricco di storia e di arte (Palazzo Gallio).

Domaso e Gera Lario sono altri importanti paesi, dove alle tracce di un’antica economia rurale si sovrappongono i resti di una non marginale vita commerciale e manifatturiera. In posizione elevata si affacciano sul lago i borghi di Vercana, Trezzone e Montemezzo.

Sorico è l’ultimo paese sulla sponda occidentale del Lario. L’attuale Strada Regina lo attraversa e supera poi il Mera sul ponte del passo, che ne segna – di fatto – la conclusione; un tempo, invece, risaliva il fianco del monte e si dirigeva verso la Val Chiavenna.

Titolo: Rezzonico e il suo castello
Autore: Brunner & C.
Soggetto: Veduta di Rezzonico e della Strada Regina
Data: 1910 ca
Tipologia: Fotografia
Provenienza: Archivio NodoLibri

Per altre schede, torna alla sezione "iCOMOgrafie": clicca qui